3. LE PREPOSIZIONI IMPROPRIE E LE LOCUZIONI PREPOSIZIONALI

| LE PREPOSIZIONI IMPROPRIE E LE LOCUZIONI PREPOSIZIONALI

Scopri la grammatica

Leggi le frasi seguenti e poi rispondi alla domanda.
1. a. La camicia è nell’armadio.
b. La camicia è dentro l’armadio.
2. a. Per me ha ragione.
b. Secondo me ha ragione.
  • Noti qualche differenza di significato tra la prima e la seconda frase di ciascuna coppia?

       Le preposizioni improprie

Le frasi che hai letto sono di fatto identiche dal punto di vista del significato. Dentro è sinonimo di in, nella prima coppia di frasi, come secondo è sinonimo di per, nella seconda coppia. Sia dentro sia secondo sono preposizioni improprie. La preposizione impropria è una parola che svolge altre funzioni grammaticali (avverbio, aggettivo, verbo), ma che può essere usata con lo stesso valore di una preposizione, ovvero per indicare un rapporto logico.

Riepiloghiamo quali parti del discorso possono essere usate come preposizioni improprie.

  • Parole come circa, contro, dietro, dopo, fuori, oltre, presso, sotto, sopra. Se non introducono un nome o un pronome, sono avverbi (Sono andato fuori; Il libro è lì sopra). Ma quando introducono un nome o un pronome, formando un complemento, sono preposizioni:
     È solo contro tutti.
     La casa oltre la siepe è in vendita.
  • Alcune forme verbali (alcune delle quali latine o antiche e non più usate oggi come verbi ma soltanto come preposizioni) come durante, mediante, nonostante, rasente, stante (participi presenti), oppure dato, eccetto, escluso, verso (participi passati):
     Nonostante la pioggia fa caldo.
     Cammina rasente il muro.
     Mi piacciono tutti i gusti eccetto / esclusa la nocciola.
     Arrivò verso la fine della festa.
  • Alcuni aggettivi come lungo, salvo, secondo se introducono un nome o un pronome con il quale formano un complemento:
     Lungo la strada c’è molta erbaccia.
     Dovremmo arrivare alle tre, salvo imprevisti.
     Secondo me ha ragione.
 >> pagina 389 

 LO SAPEVI? 

Come distinguere un avverbio da una preposizione quando hanno la stessa forma (dopo, dentro, fuori, lontano, vicino ecc.)?

  • Marta arriverà dopo. / Marta arriverà dopo gli altri.
  • Luca abita lontano. / Luca abita lontano da me.

Nelle prime frasi di ciascuna coppia, la parola evidenziata in colore serve a specificare meglio la parola che c’è prima, in questo caso il verbo (arriverà, abita), ed è dunque un avverbio. Nelle seconde frasi di ciascuna coppia, invece, la parola evidenziata in colore serve a introdurre un complemento (dopo i compiti, lontano da me) ed è dunque una preposizione (o, nel caso di lontano da, una locuzione preposizionale).

 TI SFIDO  Indica se la parola in grassetto è un avverbio o parte di una locuzione avverbiale (AV), un aggettivo (AG), una preposizione o parte di una locuzione preposizionale (P).

1. Ho colto la prima rosa. (..............) 2. Sono uscito prima da scuola. (..............) 3. Hai fatto prima di me. (..............) 4. La sorpresa sta dentro. (..............) 5. La sorpresa sta dentro l’uovo. (..............) 6. Il viaggio è lungo. (..............) 7. Ti ho aspettato a lungo. (..............) 8. Viaggiammo lungo il fiume. (..............)

       Le locuzioni preposizionali

Anche gruppi di due o più parole possono avere la funzione di preposizione: in questo caso si parla di locuzioni preposizionali. Possono essere costituite da:

  • avverbio + preposizione: accanto a, davanti a, dentro a, dietro a, dopo di, fuori da, fuori di, lontano da, oltre a, sopra a, sotto a, vicino a;
  • preposizione + nome (o verbo) + preposizione: a partire da, a prescindere da, a proposito di, in cima a, in mezzo a, per conto di, per mezzo di.

Molte preposizioni improprie, in determinati contesti, vengono accompagnate da un’altra preposizione, formando dunque una locuzione preposizionale. Molto spesso si aggiunge di (ma non obbligatoriamente) davanti a pronomi personali: Si girò verso di me (ma anche verso me).


Nella tabella seguente trovi alcuni dei casi più comuni di alternanza tra uso di una preposizione impropria e uso di una locuzione preposizionale:


Parola

Preposizione impropria

Locuzione preposizionale

attraverso

attraverso la porta

attraverso di me

contro

contro i suoi principi

contro di noi

davanti

davanti la porta (poco comune, meglio davanti alla porta)

davanti alla porta

dentro

dentro la valigia; dentro casa

dentro di sé; dentro al cassetto

dietro

dietro la porta; dietro casa

dietro di noi; dietro alla schiena

dopo

dopo l’incrocio; dopo cena

dopo di lei

fuori

fuori casa; fuori orario

fuori dalla porta; fuori di qui; fuori di me; al di fuori di lui

oltre

oltre la siepe; oltre ogni limite

oltre a noi; oltre allo studio

presso

presso l’incrocio; presso i suoi genitori

presso di me

senza

senza soldi; senza la macchina

senza di loro; senza di ciò

sopra

sopra il tavolo

sopra di voi; sopra al tavolo; al di sopra di ogni sospetto

sotto

sotto il divano

sotto di sé; sotto al treno; al di sotto della soglia minima

verso

verso Siracusa; verso sera; verso la fine

verso di noi

vicino

vicino casa (poco comune, meglio vicino a casa)

vicino a casa; vicino a Napoli; vicino a te


Dato che non è sempre possibile ricavare regole certe sull’uso delle locuzioni preposizionali e delle preposizioni improprie (dentro, dentro di o dentro a?), se hai qualche dubbio è sempre bene consultare il vocabolario. Quasi sempre, non si tratta di distinguere tra usi corretti e usi scorretti, bensì tra usi più o meno comuni, o addirittura del tutto equivalenti: per esempio, senza te e senza di te vanno entrambi bene. Lo stesso vale per la presenza o l’assenza dell’articolo: senza macchina o senza la macchina vanno entrambi bene.

 >> pagina 391 

 LO SAPEVI? 

Hai già studiato che spesso le locuzioni avverbiali possono iniziare con una preposizione, poi ripetuta (a mano a mano, a poco a poco). Nella lingua comune la prima preposizione può cadere (mano a mano, poco a poco), ma è più elegante la forma con entrambe le preposizioni.


L’avverbio gratis va utilizzato sempre da solo e non preceduto dalla preposizione a: La seconda confezione è gratis.


Le locuzioni preposizionali insieme a e insieme con sono del tutto equivalenti ed entrambe corrette: Esco insieme a / insieme con Laura.

Verso l'analisigrammaticale

Essendo una parte invariabile del discorso, la preposizione si analizza soltanto come preposizione. Eventualmente, si possono aggiungere precisazioni sul tipo:
 a : preposizione propria semplice;
 del : preposizione propria articolata, formata da di + il;
 dietro : preposizione impropria;
 al di fuori di : locuzione preposizionale.

Verso l'analisilogica
La preposizione può precedere un nome o un pronome per formare un complemento indiretto [ p. 501]. Nell’analisi logica, la preposizione va considerata come parte del complemento che stai descrivendo:
Verso l'analisidel periodo
La preposizione può precedere un verbo all’infinito per formare una proposizione subordinata implicita, cioè una proposizione con un verbo di modo indefinito che dipende da un’altra proposizione [ p. 629]. Nell’analisi del periodo, la preposizione fa parte della proposizione che stai descrivendo:

Fissa i concetti

Le preposizioni improprie sono avverbi, aggettivi o verbi che possono svolgere la funzione di preposizione.

Le locuzioni preposizionali sono gruppi di due o più parole che svolgono la funzione di preposizione.

 >> pagina 392 

In pratica

                      1  Scegli l’alternativa corretta o più adeguata al contesto tra quelle proposte.

1. Ho mangiato a gratis / gratis perché mio nonno oggi ha voluto offrirci il pranzo. 2. Gentile Dott. Bianchi, le scrivo per informarla che a mano a mano / mano a mano che i lavori per la sua casa procedono dovrebbe segnalarci se ci sono modifiche da apportare al progetto. 3. Dopo del / Dopo pranzo verranno Paolo e Francesca per un caffè. 4. Nuccio ha accettato a / di fare l’amministratore condominiale. 5. Celeste ha ricominciato a / di studiare nonostante la / nonostante della difficoltà nel riprendere gli studi alla sua età. 6. Sara è in compagnia con / di un bel ragazzo. 7. Per mezzo da / di un goal dell’ultimo minuto, la squadra in trasferta ha vinto il campionato.


                      2  Trova l’intruso in ogni gruppo di parole e spiega il perché della tua scelta.

1. di – a – di – in – con – sopra – per – tra – fra

..................................................................................

2. dentro al – dopo di – contro di – senza di – sopra al – sotto il

..................................................................................

3. in base a – a proposito di – in compagnia di – intorno a – per conto di – a prescindere da

..................................................................................


                      3  Scrivi delle frasi usando le seguenti parole, la prima volta con funzione avverbiale, la seconda con funzione preposizionale.

dentro dopo fuori lontano vicino


                      4  Riscrivi nel quaderno le frasi sostituendo alle preposizioni proprie in corsivo le preposizioni improprie o locuzioni preposizionali elencate e facendo gli opportuni adattamenti.

a causa di • a vantaggio di • allo scopo di • dentro • in cambio di • in compagnia di • insieme a • sopra

1. Prendi le chiavi che sono sul tavolo e scendi subito che siamo in ritardo. 2. Per l’influenza sono dovuto rimanere a casa, mi dispiace molto non essere lì con voi. 3. Il rigore assegnato alla Juventus ha permesso alla squadra di pareggiare. 4. Da quando ho sentito Claudia al pianoforte è nato in me il desiderio di imparare a suonare questo strumento. 5. Sono uscita con Valeria per sbrigare le ultime commissioni prima della chiusura dei negozi. 6. Devi allenarti duramente per vincere il prossimo torneo. 7. Se vuoi la collana te la do per il braccialetto che stai portando adesso. 8. Le mandorle sono buonissime con la cioccolata, ma non bisogna abusarne perché sono molto caloriche.

 >> pagina 393 

                      5  Riconosci, nelle frasi seguenti, se la parola in corsivo è un aggettivo (A) o una preposizione o parte di una locuzione preposizionale (P).

1. Il lungo mantello di Viola assomiglia a quello di Cappuccetto Rosso. (...........) 2. Secondo me Ludovica ha fatto bene a rinunciare a quella offerta di lavoro. (...........) 3. Salvo imprevisti, tornerò in Sicilia per Pasqua: finalmente potrò riabbracciarvi tutti. (...........) 4. Fabio è tornato sano e salvo da quel viaggio a dir poco avventuroso: adesso posso stare tranquilla. (...........) 5. Ho organizzato con i miei colleghi di lavoro il terzo aperitivo della settimana. (...........) 6. Ero affascinato dalle coloratissime case che vedevo passeggiando lungo le strade di Burano. (...........) 7. Io sono contrario, perciò non chiedete il mio appoggio. (...........) 8. Al contrario di Andrea, Luca mi ha aiutato a sparecchiare: lui sì che è un vero uomo! (...........)


                      6  Aggiungi per ogni categoria almeno tre locuzioni, poi scrivi sei frasi per ogni gruppo usando le locuzioni che preferisci.

avverbio + preposizione: accanto a, davanti a, dentro a, dietro a, dopo di, fuori da, fuori di, lontano da, oltre a, ............................................

preposizione + nome o verbo + preposizione: a partire da, a prescindere da, a proposito di, in cima a, in mezzo a, ............................................


                      7  Inserisci la locuzione preposizionale / preposizione impropria / preposizione propria in base a quanto richiesto e scegliendo quella adatta al contesto.

1. Usciamo ........................... (loc. prep.) Marta e Vincenzo ........................... (loc. prep.) comprare a Edwin le scarpe che desidera.

2. ........................... (loc. prep.) occhi, ........................... (loc. prep.) cuore, o almeno ........................... (prep. impr.) Giovanna è così.

3. ........................... (prep. impr.) il letto c’è polvere: dobbiamo spazzare e lavare altrimenti ti verrà l’allergia.

4. Un caffè ........................... (prep. impr.) zucchero e un cappuccino ........................... (prep. propria) latte di soia, per favore.

5. Abbiamo capito che il meccanismo funziona ........................... (prep. impr.) un ingranaggio che, se azionato, mette in moto la macchina.

6. ........................... (loc. prep.) scorso anno, questa Vigilia è nevicato poco.

7. ........................... (loc. prep.) Luca, che è stato indispensabile, ho assemblato la libreria del soggiorno.

8. ........................... (loc. prep.) quanto si pensa, usare la lavastoviglie ........................... (prep. propria) pieno carico è più ecologico che lavare i piatti a mano.

La Grammatica Treccani - volume A
La Grammatica Treccani - volume A
Morfologia, sintassi, lessico, fonologia, ortografia