RIEPILOGO E RINFORZO

RIEPILOGO E RINFORZO

                      1  Sottolinea le parole che non sono nomi, ma che lo diventano grazie alla presenza dell’articolo.

1. Marco è un malinconico: ha sempre la faccia triste e lo sguardo nostalgico.

2. Piero suona in una band come batterista; grazie alle tournée ha la possibilità di viaggiare spesso.

3. Lorena ti considera una volpe, ma non capisco il perché di questo giudizio.

4. Anche se la storia è stata ingigantita, c’è del vero in quello che dice Diego.

5. Il brutto di questa vacanza è che la sveglia sarà ogni giorno alle 6 del mattino. Speriamo ne valga la pena.

6. Valerio è un architetto molto creativo, oltre che capace e puntuale nelle consegne.

7. Zia Cristina è una curiosa, va sempre a caccia di nuove notizie sulle persone del nostro paesino.

8. Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare.


                      2  Completa la tabella.


Singolare

Plurale

Nome

Articolo determinativo

Articolo indeterminativo

Nome

Articolo determinativo

custodia


  custodie
 

bottone


  bottoni
 

xenofobo


  xenofobi
 

shampoo


  shampoo
 

marito


  mariti
 

studente


  studenti
 

elica


  eliche
 


                      3  Collega gli elementi delle tre colonne in modo da comporre tutte le frasi sensate possibili.


Ho mangiato

una pietanza

la pietanza

pietanze

deliziosa.

che mi avevi consigliato.

più buona di questa vacanza.

di vari Paesi.

che mai avrei pensato di assaggiare.

Ho prenotato

un viaggio

il viaggio

viaggi

con tappe in molte città.

che desideravo fare da tanto tempo.

rilassante ma anche insolito.

in Europa e in Asia.

vinto partecipando a quel concorso.

in cui si può volare in prima classe a metà prezzo.

 >> pagina 223 

                      4  Scrivi delle frasi con le seguenti parole. Segui le indicazioni tra parentesi. Se non conosci il significato di qualche parola, cercala sul vocabolario.

jujitsu karaoke (singolare) keniota (maschile, singolare) wedding planner (maschile, singolare) wish list (plurale) xenofobo (femminile, plurale)

                      5  Elimina gli articoli determinativi quando sono sbagliati o quando sarebbe preferibile non inserirli; poi, spiega il motivo delle tue scelte.

1. Ho pernottato alla Spezia perché è molto vicina alle Cinque Terre, ma più economica.

2. Ho letto Lettera a un bambino mai nato della Fallaci, adesso mi dedicherò a Pirandello.

3. Ha telefonato la Susanna due ore fa, dovresti richiamarla appena possibile.

4. I Lotti sono imparentati con Giulia, per questo sono stati invitati al pranzo di Natale.

5. La Ferragni ha costruito un impero grazie alle sue abilità sui social e al suo intuito per la moda.

6. Il Tasso ha scritto molte poesie la cui caratteristica principale è la musicalità dei versi.


                      6  Sottolinea gli articoli determinativi delle frasi, poi individua la loro funzione, specificando se il nome rappresenta una categoria (C) oppure un elemento facilmente identificabile in quanto già menzionato o sicuramente noto al ricevente (N).

1. Il furetto che mi hai regalato è così buffo che piace a tutti! (.........)

2. Un caffè per favore, per accompagnare il cornetto che ho già ordinato. (.........)

3. La felicità è una meta a cui tutti aspirano. (.........)

4. Il mascara che preferisco è quello waterproof che mi hai prestato ieri. (.........)

5. La laurea può aiutare a ottenere di un buon lavoro. (.........)

6. Hai sentito la notizia del telegiornale? Non riesco a capire che cosa stia succedendo in questo Paese. (.........)

7. Per molte persone l’amicizia supera l’amore, in quanto spesso è più duratura. (.........)


                      7  Scegli l’alternativa corretta tra articolo determinativo e indeterminativo.

1. Ieri ho comprato un anello di fidanzamento per la / una mia ragazza.

2. Ho speso la / una fortuna per questo profumo.

3. Devi riporre la / una scatola che hai lasciato in corridoio prima che arrivino gli ospiti.

4. Sara è indubbiamente la / una più intelligente del gruppo, le sue domande sono sempre argute.

5. Il / Un costo medio per i prodotti alimentari è aumentato negli ultimi due anni.

6. Il / Un primo amore non si scorda mai.

7. Non so se comprare il / un chilo di gelato o un vassoio di pasticcini.

 >> pagina 224 

                      8  Correggi gli articoli scorretti sparsi nel testo.


Il mondo dei coniugi Arnolfini

Realizzato nel 1434, lo quadro mostra il mercante Arnolfini con una lucchese Giovanna Cenami in una stanza da letto. I due, secondo l’interpretazione più comune, si stanno scambiando della promessa di matrimonio davanti a due testimoni.

Ma come facciamo a dire che ci sono due testimoni? Solo perché in quel periodo si faceva così?

Ecco che qui entra in scena un virtuosismo e la genialità di Van Eyck: il specchio convesso sulla parete di un fondo ci restituisce la altra metà della stanza facendoci vedere degli sposi di spalle e due persone al di qua della tela (dunque i testimoni), di cui uno è un pittore stesso.

(Adattato da didatticarte.it)

                      9  Inserisci gli articoli nei seguenti testi.


1.

.......... parola italiana mamma ha parole simili in un numero sorprendentemente alto di lingue, come eomma in coreano o mami in ceco. Ed è curioso perché .......... termine si è diffuso indipendentemente in molte lingue diverse. Come è possibile? .......... ricerca, a cominciare dagli studi del linguista Roman Jakobson, suggerisce che ciò avrebbe che fare con .......... sviluppo del linguaggio. .......... balbettare di .......... bambino non è .......... serie di rumori casuali ma segue .......... schema. Nella sperimentazione vocale, .......... bambini spesso arrivano per primi al suono ah, .......... più facile da riprodurre. Anche chiudere .......... labbra per creare un mmm è abbastanza naturale. Questi suoni combinati creerebbero mamma.

(Adattato da focus.it)


2.

«Sento che, in futuro, .......... mie canzoni saranno cantate dalle prossime generazioni. Che, grazie alla comunicazione di massa, capiranno cosa voglio dire questa sera». .......... profezia che fece Rino Gaetano in .......... concerto sulla spiaggia di Capocotta nel 1979 si rivelò esatta. .......... geniale cantautore crotonese, nato .... 29 ottobre del 1950, ci ha lasciato nel 1981, eppure .......... sue canzoni sono ancora oggi amate e ascoltate, anche dai più giovani.

(Adattato da panorama.it)

 >> pagina 225 

                      10  Scegli l’opzione corretta tra quelle proposte.

1. Ho chiesto ..... autore del libro di firmare la mia copia.

a ☐ all’ b ☐ al’ c ☐ allo

2. Foto è ..... abbreviazione: la parola completa è fotografia.

a ☐ un b ☐ una c ☐ un’

3. ..... eccellenze della scuola vanno premiate: andranno a Londra gratis per un corso di inglese finanziato dalla scuola.

a ☐ Le b ☐ La c ☐ L’

4. Mi bruciano ..... occhi: dovrei andare dal dottore.

a ☐ gl’ b ☐ gli c ☐ l’

5. Ho chiesto ..... amico di prestarmi i suoi auricolari.

a ☐ all’ b ☐ a un’ c ☐ a un

6. ..... psicologi ti aiutano a conoscere meglio le tue emozioni.

a ☐ I b ☐ Gli c ☐ Li

                      11  Risolvi il cruciverba, poi inserisci nelle frasi i nomi propri trovati usandoli come nomi comuni e facendoli precedere dall’articolo indeterminativo.


Orizzontali

3. L’uomo più vecchio della Bibbia, morto a 969 anni.

6. Uomo dalla forza eccezionale, protagonista di molti film a sfondo mitologico.

8. Il discepolo che tradì Gesù.


Verticali

1. Il seduttore più famoso del Settecento.

2. Personaggio della mitologia famoso per la sua bellezza e innamorato della sua immagine riflessa in uno specchio d’acqua.

4. Pittore italiano i cui ritratti di donna sono caratterizzati da colli molto lunghi e occhi spesso vuoti.

5. Dea romana della bellezza.

7. Dio greco bellissimo e conteso da Afrodite e Persefone.


1. Luca è ................: sta sempre a controllarsi la pettinatura allo specchio!

2. Non lasciarti ingannare dalle sue parole, purtroppo Giacomo è ................ vero ................ .

3. Sono stata a una mostra su alcuni pittori italiani, e ho visto ................ appena restaurato. Hanno fatto un ottimo lavoro.

4. Non sei ................, ma puoi aprire un barattolo senza difficoltà.

5. Laura è ................, con i suoi capelli di seta e il sorriso smagliante; non mi stupisce che stia con ................ come Andrea.

6. Ai miei tempi, anche se non sono ................, non c’era nemmeno la TV.

7. Matteo si è comportato come ................: ha raccontato tutto nonostante mi avesse promesso che non lo avrebbe fatto.

 >> pagina 226 

                      12  Scrivi nel quaderno delle frasi con i seguenti nomi non numerabili preceduti da un articolo indeterminativo. Ricorda che quest’uso fa assumere al nome un significato particolare.

latte olio novembre legno sale


                      13  Sottolinea gli articoli, poi specifica se sono determinativi (D), indeterminativi (I) o partitivi (P); fa’ attenzione ad alcune parole che sembrano articoli ma non lo sono. Segui l’esempio.

Marta è una ragazza a cui piacciono gli smalti. (I; D)

1. Gli amici di Juan hanno bevuto del caffè al bar. (.....................)

2. Ho fatto delle scoperte interessanti, le aggiungerò alla mia tesina. (.....................)

3. L’albicocca è un frutto che appartiene al genere prunus, che è lo stesso delle mandorle e delle ciliegie. (.....................)

4. Ieri ho letto una poesia di Shakespeare: era così bella che l’ho ricopiata e l’ho appesa in camera. (.....................)

5. La mamma di Simone ha preparato delle lasagne deliziose: il sugo era gustoso e la cottura perfetta. (.....................)

6. Giada mi ha chiesto di accompagnarla a un concerto a Roma, ma le ho risposto che devo ancora decidere. (.....................)


                      14   ANALISI GRAMMATICALE  Scrivi nel tuo quaderno l’analisi grammaticale degli articoli presenti nel racconto.


Il topo sotto il granaio

Un topo viveva sotto un granaio. Nel pavimento del granaio c’era un forellino, e dal forellino scendeva, a chicchi, del grano. Il topo viveva beato, ma volle vantarsi del suo benessere. Rosicchiando allargò il buco e invitò gli altri topi a venire da lui. «Venite a trovarmi» disse. «Vi tratterò a dovere. Ci sarà cibo per tutti». Ma quando condusse lì i topi, si avvide che il buco non c’era più. Il contadino aveva notato quel grosso foro nel pavimento e lo aveva tappato.

(Adattato da L. N. Tolstoj, Fiabe e racconti, 1987)

La Grammatica Treccani - volume A
La Grammatica Treccani - volume A
Morfologia, sintassi, lessico, fonologia, ortografia.