7 L’AFFERMAZIONE DELLA POTENZA INGLESE

L Europa alla ricerca di nuovi equilibri | CAPITOLO 19 7 Francis Drake in un ritratto del 1581. Il dipinto sembra voler far dimenticare l attività di feroce corsaro: Drake appare vestito con un raffinato abito da corte; la spada, che allude alla sua abilità in guerra, è in realtà un arma da cerimonia; il globo sotto la mano destra ricorda l impresa compiuta, la circumnavigazione della terra, come anche lo stemma nobiliare concesso dalla regina, in cui appaiono due stelle (i due poli artico e antartico) separati dalle onde del mare. Lettera di corsa Detta anche patente di corsa, costituiva una sorta di legalizzazione dell attività di pirateria allo scopo di catturare o depredare equipaggi e beni di nazioni ostili. Grazie a questa lettera i corsari, in caso di cattura, erano equiparati a prigionieri di guerra. L AFFERMAZIONE DELLA POTENZA INGLESE IL SOSTEGNO DELLA MONARCHIA ALLO SVILUPPO ECONOMICO Le solide basi date alla monarchia da Elisabetta I fecero assurgere la nazione inglese al ruolo di potenza europea in ambito economico e commerciale. Le classi sociali più dinamiche trovarono nell azione della corona un sicuro sostegno allo sviluppo economico. Un tratto specifico della società inglese dell epoca fu il coinvolgimento dei ceti ricchi, sia nobili sia borghesi, nell investire capitali in attività commerciali e imprenditoriali. Questi ceti mobilitarono le loro risorse in ogni direzione, dall agricoltura ai commerci, fino alla pirateria. Abbiamo visto l importante ruolo svolto nel settore agricolo dalla piccola nobiltà, la gentry, e dai proprietari terrieri (yeomen) nel convertire in redditizi pascoli le terre ecclesiastiche confiscate o ancora gli open fields, i campi aperti , sottoposti alla politica delle enclosures (> C18.2): la manifattura tessile inglese fu in grado di invadere ogni punto d Europa con la sua massiccia produzione di panni di lana a basso costo. Importanti sviluppi ebbero anche la cantieristica navale, per il deciso supporto dato dalla corona a tutto il settore marittimo e mercantile, e lo sfruttamento delle risorse minerarie. DINAMISMO ECONOMICO E GUERRA CORSARA Fu merito di Elisabetta appoggiare il dinamismo di questi ceti (e appoggiarsi, a sua volta, a essi nella gestione del potere), mettendone a frutto la vocazione mercantile e imprenditoriale. Sorsero numerose compagnie di mercanti avventurieri (merchants adventurers), disposte a rischiare solcando rotte precedentemente poco frequentate, dal Mar Baltico all Africa, e a intromettersi anche in settori in cui mai si erano cimentati, come la tratta degli schiavi, fino ad allora monopolio dei portoghesi. A tutela delle attività mercantili vennero fondati appositi organismi, come la Compagnia della Moscovia (1555) per i traffici con la Russia o la Compagnia del Levante (1581) per quelli con il mondo turco. Queste compagnie garantivano il monopolio degli scambi con una determinata area e furono favorite dalla corona, che aveva diritto a una percentuale sui loro profitti a tutto vantaggio delle finanze del regno. Come si è detto, Elisabetta incoraggiò, senza troppi scrupoli, la pirateria fornendo la lettera di corsa , cioè l autorizzazione alla guerra corsara soprattutto contro la Spagna (> C15.4). Divennero leggendari personaggi come Francis Drake (1540-96) e John Hawkins (1532-95) che, alla guida delle loro navi, terrorizzarono le imbarcazioni che solcavano l oceano e fecero la fortuna delle casse statali inglesi, cui andava una parte rilevante dei bottini. Gli stessi corsari si resero protagonisti di esplorazioni sulle coste delle Americhe; addirittura Drake completò la circumnavigazione del mondo (1577-80), grazie alla quale ottenne il titolo di sir (baronetto) conferitogli dalla regina. Pochi anni dopo, anche Thomas Cavendish (1560-92) riuscì a ripetere l impresa, tornando in patria con un ricchissimo bottino strappato agli spagnoli. Infine, la spinta alla ricerca di terre da colonizzare in America del Nord portò un altro corsaro, Walter Raleigh (1552-1618), a fondare nel 1584 la colonia della Virginia in onore della regina vergine . 501 77636R_0000E01_INTE_BAS@0501.pgs 15.09.2021 15:08

Dai fatti alla Storia - volume 1
Dai fatti alla Storia - volume 1
Dal Medioevo all'Età moderna