Dai fatti alla Storia - volume 1

DIBATTITO RELIGIONI DIVERSE: UNA CONVIVENZA POSSIBILE? 1 La questione La vicenda di Costantinopoli testimonia che le fedi rappresentano un elemento identitario in grado di provocare spesso conflitti. In questi ultimi anni la questione è tornata alla ribalta nel panorama internazionale in seguito a eventi terroristici legati a visioni fondamentaliste. 2 Le posizioni Il docente presenta la questione alla classe introducendo le tesi che saranno oggetto del dibattito. La classe è suddivisa in due gruppi: il primo sosterrà la tesi, il secondo l antitesi. TESI In uno Stato democratico le differenze di credo religioso devono essere tutelate anche a costo di creare trattamenti diversificati per le singole fedi. ANTITESI In uno Stato democratico le fedi devono essere trattate tutte in ugual misura e non sono consentite differenze, anche a costo di non rispettare alcune sensibilità religiose. 3 Ricerca delle informazioni e studio dei materiali La classe ha una settimana di tempo per studiare i seguenti materiali: il materiale documentario presentato in questo laboratorio delle competenze; il capitolo 9 del libro di testo; le pagine di Educazione civica: La tolleranza e i diritti umani (pag. 564). Approfondisci Puoi approfondire la tematica consultando il sito Treccani.it al seguente indirizzo: gtvp.it/21storia01-42 4 Il dibattito Completato lo studio, il docente si occupa di individuare gli alunni che formeranno i due schieramenti, i due moderatori e i tre membri della giuria. Ogni gruppo prepara una scaletta in cui organizza le argomentazioni (5 minuti di tempo) ed espone la propria posizione tramite un portavoce, sostenendola con ragioni e argomentazioni fondate (5 minuti per ogni gruppo). importante che ogni componente della squadra ascolti con attenzione le argomentazioni proposte da ognuno per confutarle correttamente. Dopo l esposizione della tesi e dell antitesi i due gruppi si riuniscono (5 minuti) per confrontarsi e stabilire in che modo controbattere le posizioni avversarie, difendendo poi la propria (2 minuti per ogni studente). Il dibattito è gestito dai moderatori che danno la parola in maniera alternata alle due squadre. Terminato il dibattito, i giurati esprimono un parere motivato su quale delle tesi proposte è risultata maggiormente efficace. La durata del dibattito è di circa 45 minuti, cui se ne aggiungono 15 per le conclusioni della giuria. 5 Come è andata? Dai una valutazione al tuo operato (da 1 a 4 punti) in relazione alle voci della griglia proposta. ABILIT E COMPETENZE 1 2 3 4 Reperire informazioni e selezionare i materiali Correttezza e chiarezza espositiva Originalità di argomentazione Collaborazione e partecipazione Autonomia e flessibilità Attitudine a confrontarsi Elaborazione di un pensiero critico 329 77636R_0000E01_INTE_BAS@0329.pgs 15.09.2021 13:01

Dai fatti alla Storia - volume 1
Dai fatti alla Storia - volume 1
Dal Medioevo all'Età moderna