Dai fatti alla Storia - volume 1

LABORATORIO DELLE COMPETENZE che erano state distrutte con botti e con terra e altri materiali e resistendo agli attacchi fino al limite delle loro capacità. [ ] Con tali mezzi i Turchi entrarono in Costantinopoli il 29 di maggio mettendo a morte a fil di spada chiunque opponesse loro resistenza. [ ] L imperatore di Costantinopoli fu ucciso. Alcuni dissero che gli fu tagliata la testa, e altri che morì nella mischia presso la porta: ambedue le storie possono essere benissimo vere. La caduta di Costantinopoli, I. Le testimonianze dei contemporanei, a cura di A. Pertusi, Fondazione Lorenzo Valla-Mondadori, Milano 1976 B La chiesa di Santa Sofia trasformata in moschea Turchi ottomani sfilano in parata davanti alla chiesa di Santa Sofia che, per volere di Maometto II, fu trasformata in moschea subito dopo la conquista del 1453. C Il sacco di Costantinopoli in una cronaca turca Un cronista turco riporta l assedio e la conquista di Costantinopoli. A differenza delle cronache cristiane che raccontano la vicenda con toni drammatici, l autore di questa fonte descrive la presa della città con i toni trionfali di una vittoria dei veri credenti ai danni degli infedeli. Mehemed: Maometto II. 2 ghazi: termine che designa i combattenti per la fede. 1 A Edirne si fusero bocche di fuoco grandi come draghi e si prepararono moschetti. Il sultano Mehmed1 lasciò Edirne per Istanbul, portando con sé questi cannoni. Una volta predisposti, questi cominciarono a fare fuoco da ogni parte, distruggendo le torri e le mura delle fortificazioni di Istanbul, e gl infedeli che vi si trovavano non poterono ottenere la vittoria sperata. [ ] Con sommo ardore il sultano Mehmed, figlio del sultano Murad, gridò per la causa del Signore e ordinò il saccheggio. I ghazi 2 assalirono la città da ogni parte [ ] e passarono a fil di spada gli infedeli che vi si trovavano. [ ] Il sultano Mehmed diede anche ordine di saccheggiare le case. In tal modo fu preso quanto si poteva prendere. I musulmani fecero un bottino tanto ingente che tutte le ricchezze accumulate a Istanbul in 2400 anni di storia finirono nelle mani dei ghazi. Saccheggiarono la città per tre giorni, al termine dei quali fu proibito il saccheggio. B. Lewis, Europa barbara e infedele. I musulmani alla scoperta dell Europa, Mondadori, Milano 1983 323 77636R_0000E01_INTE_BAS@0323.pgs 15.09.2021 13:00

Dai fatti alla Storia - volume 1
Dai fatti alla Storia - volume 1
Dal Medioevo all'Età moderna