Dai fatti alla Storia - volume 1

La formazione dei comuni e la lotta con l Impero Il papa invocò l intervento degli angioini francesi per strappare il regno meridionale agli Svevi. Carlo d Angiò ne prese possesso (1266) e con lui ritornò il dominio baronale. Con lo spostamento della capitale a Napoli e la separazione della Sicilia, finita in mano agli aragonesi dopo la Guerra del Vespro (1282-1302), finì il sogno unitario federiciano. I COMUNI IN ITALIA Sviluppo delle città marittime Comune consolare Autonomia politica Comune podestarile Espansione verso il contado Comune del popolo Scontro con l imperatore Federico I Amalfi Pisa Genova Venezia Accordo con la pace di Costanza (1183) FEDERICO II Regno di Sicilia e Italia meridionale Progetto universalistico Modello di Stato centralistico Università di Napoli Costituzioni di Melfi Nuovi conflitti tra papato, comuni e Impero Scomunica da parte del papa Morte di Federico II (1250) Definitiva sconfitta contro i comuni (1231) Regno di Sicilia agli Angiò (1266) Fine del progetto universalistico Guerra del Vespro (1282-1302) Angioini a Napoli Aragonesi in Sicilia 77636R_0000E01_INTE_BAS@0121.pgs 15.09.2021 14:55

Dai fatti alla Storia - volume 1
Dai fatti alla Storia - volume 1
Dal Medioevo all'Età moderna