I temi

I SAPERI FONDAMENTALI Cicerone I TEMI LA FEDE NELLA RES PUBLICA T5 T10 T17 T18 T19 T20 T21 T23 T24 T25 T26 T29 La dimensione pubblica e politica è centrale in tutti gli scritti ciceroniani, comprese le lettere private o i trattati filosofici: in tutta la sua vita e la sua opera Cicerone ha come stella polare la fede nella res publica, intesa come bene comune cui tutti i cittadini hanno il dovere di contribuire. Questa convinzione emerge esplicitamente soprattutto nel De re publica (T17, T18, T19, T20) e nel De officiis (T21, T23, T25, T26), ma si coglie in controluce anche in molte orazioni (T5, T10), negli scritti di filosofia (T24), nell epistolario (T29). LA VIS ORATORIA T1 T2 T3 T4 T5 T6 T7 T8 T9 T10 T11 T12 T13 T14 T15 T16 T33 Una creatura spietata e mostruosa Sassia La teoria e la pratica dell arte oratoria costituiscono una parte significativa della produzione ciceroniana: le orazioni scandiscono la sua intera carriera politica, con i tre grandi capolavori le Verrinae (T2), le Catilinariae (T3, T4) e le Philippicae (T5, T6) accompagnati da tanti altri testi non meno importanti (T1, T7, T8, T9, T10, T11). Accanto alla vis delle orazioni si trova la riflessione sull eloquenza, vista come strumento in grado di apportare benessere alla res publica così come ai singoli cittadini che ne sappiano fare uso con saggezza (T12, T13, T14, T15, T16, T33). LA FILOSOFIA COME CONSOLATIO E COME IMPEGNO T17 T18 T19 T20 T21 T22 T23 T24 T25 T26 T27 Il proemio del De natura deorum Un modello di onestà e virtù Lo studio della filosofia e la scrittura di opere di divulgazione e riflessione filosofica nascono come forma di consolazione per la rinuncia forzata all attività politica, ma divengono a loro volta una forma di impegno al servizio dello Stato, come Cicerone spiega in un brano del De divinatione (T24): lo sono più direttamente nelle opere di riflessione politica come il De re publica (T17, T18, T19, T20), e nelle opere di argomento etico o teologico, dove lo studio e la riflessione appaiono come contributo alla formazione dell uomo politico e del cittadino (T21, T22, T23, T25, T26, T27). L AMICIZIA E LA FAMIGLIA T7 T27 T28 T29 T30 T31 T32 L imponente epistolario ciceroniano testimonia l enorme importanza dei legami familiari e dei rapporti di amicizia nella vita di Cicerone (T28, T29, T30, T31, T32): un tema, quest ultimo, affrontato anche in sede di riflessione teorica con il dialogo Laelius de amicitia (T27), mentre un esempio di amicizia volta al male è quella con la quale Catilina legava a sé i suoi sodali (T7). 672

Tua vivit imago - volume 1
Tua vivit imago - volume 1
Letteratura latina per il triennio. CAPITOLI DEMO: L’età di Cesare; La letteratura della crisi della repubblica; Cicerone.