LE ORAZIONI DEL PERIODO 70-64 a.C.

LA CRISI DELLA REPUBBLICA E LE GUERRE CIVILI in breve LE ORAZIONI DEL PERIODO 70-64 a.C. Le Verrinae sono à Le Verrinae Nel 70 a.C. i Siciliani accusano Verre del reato di concussione (de repetundis) le orazioni pronunciate commesso nel triennio della sua propretura (73-71 a.C.) e affidano la tutela dei loro interessi da Cicerone nel 70 a.C. a Cicerone. L accusa contro Verre è il primo grande impegno di Cicerone come oratore, destinel processo contro nato a dare notevole impulso alla sua carriera politica; di questo processo sono espressione Verre in difesa dei Siciliani. Soltanto le le Verrinae, primo capolavoro ciceroniano. L opera consta di tre parti: la Divinatio in Quintum prime due parti, delle Caecilium e due actiones. tre totali, sono state Con la Divinatio, Cicerone proponendosi come accusatore di Verre in difesa dei Siciliarealmente pronunciate. Testo PLUS Una creatura spietata e mostruosa ni dimostra che lo stesso incarico non avrebbe potuto essere assunto dal questore Cecilio Nigro, per via dei suoi inequivocabili legami con l imputato (che avrebbe senz altro favorito durante il processo). Nell Actio prima in Verrem Cicerone racconta gli ostacoli che ha incontrato nelle indagini da lui stesso svolte in Sicilia e le mosse dell imputato per ritardare il processo (Ortensio rtalo, che patrocina Verre, nel 69 a.C. sarebbe diventato console e avrebbe potuto influenzare i giudici); la strategia di Cicerone consiste nel far seguire all elenco dei capi d accusa contro Verre la deposizione dei testimoni. Le prove addotte da Cicerone sono così schiaccianti che Verre si ritira in esilio volontario a Marsiglia e il processo viene sospeso. Non è certo se il processo si sia concluso e se sia stato pronunciato il verdetto. L Actio secunda (à T2), mai pronunciata ma divulgata in forma di pamphlet, consta di cinque orazioni che analizzano il comportamento di Verre in relazione alla sua condotta come pretore di Roma (De praetura urbana), come pretore in Sicilia (De iurisdictione Siciliensi), nella riscossione della decima (De re frumentaria), nell appropriazione indebita di opere d arte (De signis) e nella somministrazione delle pene (De suppliciis). Rispetto alle precedenti, le orazioni dell Actio secunda tradiscono la loro natura letteraria, risultando meno incisive e, a tratti, più monotone. La Pro lege Manilia à La Pro lege Manilia Nel 66 a.C. Cicerone pronuncia dinanzi al popolo la sua prima oraè la prima orazione zione politica, la Pro lege Manilia (o De imperio Gnaei Pompei). Con essa appoggia la proposta deliberativa del tribuno Manilio di concedere pieni poteri a Pompeo nella guerra contro Mitridate VI, di Cicerone. re del Ponto, e Tigrane II (à p. 327). Per sostenere la sua tesi, Cicerone sottolinea come il La concordia ordinum Nell anno del suo consolato Cicerone elabora un programma politico fondato sulla concordia ordinum, che prevede l accordo e la collaborazione tra le classi sociali, cioè tra gli ottimati (optimates) e i cavalieri (equites); Cicerone, infatti, crede che il superamento della crisi della repubblica si possa raggiungere solo grazie a un patto tra i ceti contrari alla sovversione sociale. Nel tentativo di salvare l aristocrazia e il partito filosenatorio propone quindi di riunire tutte le forze sociali, arrivando a prevedere eventualmente l arbitrato di politici eminenti che favoriscano soprattutto gli interessi dei ceti possidenti; tale soluzione è ovviamente rigettata dai populares. 544 Nella peroratio (à p. 542) della prima Catilinaria Cicerone rivolgendosi ai senatori afferma: «Vi sarà in noi consoli uno zelo così vivo, in voi un autorità così alta, nei cavalieri romani un coraggio così forte, in tutti gli onesti un accordo così pieno che, con la partenza di Catilina, tutte le trame della congiura si presenteranno ai vostri occhi svelate, messe in piena luce, soffocate, punite (trad. G. Bellardi). Tuttavia, in seguito al primo triumvirato, cioè l accordo segreto con cui nel 60 a.C. Pompeo, Cesare e Crasso si spartiscono il potere, questa linea politica di Cicerone, che auspica una coalizione dell ordine senatorio e dell ordine equestre, risulta ormai superata.

Tua vivit imago - volume 1
Tua vivit imago - volume 1
Letteratura latina per il triennio. CAPITOLI DEMO: L’età di Cesare; La letteratura della crisi della repubblica; Cicerone.