Tua vivit imago - volume 1

L amore, la passione, il matrimonio 30 35 40 45 50 chi vide la tua scura toga intiepidirsi di lagrime? Se ti dispiacque procedere spingendoti oltre le porte, almeno avresti potuto ordinare che fin là il mio feretro avanzasse più lentamente. Perché, ingrato, non invocasti i venti sul rogo? Perché le fiamme del mio rogo non olezzarono di nardo?10 Anche ciò ti pesava, gettare sul mio sepolcro giacinti di poco prezzo, ed espiare le mie ceneri con una brocca di vino. [ ] E la donna che poc anzi fu vista vendere per nulla le sue notti, ora, avvolta in una ciclade11 dorata, lascia le sue impronte sul terreno, e impone eccessivi pennecchi in cestelli troppo grandi, se una schiava ciarliera ha osato parlare della mia bellezza; e la mia Pètale, poiché ha recato ghirlande sul mio tumulo, benché vecchia patisce le catene di un ingiusto ceppo; e Lalage12 è percossa appesa per gli attorti capelli, poiché ha avuto l ardire d invocare il mio nome. Colei ha fuso l oro della mia immagine e tu l hai tollerato , per ricavare una dote dal fuoco del mio rogo ardente. Tuttavia non ti perseguito, sebbene lo meriti, o Properzio: lungo è stato il mio regno nei tuoi libri. Giuro sull irrevocabile decreto dei fati, e così il tricipite cane13 ululi meno aspramente per me: ti sono stata sempre fedele; se mentisco, la vipera sibili sulla mia tomba e resti a giacere sulle mie ossa. [ ] Ora ti possiedano altre; ben presto ti avrò io sola: sarai con me, e consumerò le tue ossa con le mie ad esse mischiate . Dopo che finì di parlarmi con tono di dolente rimprovero, (trad. L. Canali) l ombra si dileguò nel mezzo del mio abbraccio. 9. una tegola capo: al posto di un cuscino. 10. nardo: sostanza profumata di origine orientale. 11. ciclade: tipo di veste di lusso. 12. Pètale Làlage: sono due schiave di Cinzia. 13. il tricipite cane: Cerbero, il cane a tre teste (tricipite) custode degli Inferi. DI TESTO IN TESTO L evocazione in sogno della donna amata che compare nel testo di Properzio costituisce il tema della Tessitrice, un componimento di Giovanni Pascoli (1855-1912). La lirica si riferisce a Erminia Tognacci, una ragazza morta ad appena diciassette anni, che fu un amore giovanile del poeta. Il poeta esprime in questi versi il trauma della sua tragica fine. FINO A TE ESERCIZIO ONLINE Leggi la poesia di Pascoli su MydBook e confrontala con l elegia di Properzio, soffermandoti in modo particolare sulle parole che Cinzia ed Erminia rivolgono ai loro amati. Quali sono le differenze e le analogie? Quale diversa visione dell amore dopo la morte riflettono? Immagina quindi una possibile risposta dei due autori alle parole delle loro innamorate. 453

Tua vivit imago - volume 1
Tua vivit imago - volume 1
Letteratura latina per il triennio. CAPITOLI DEMO: L’età di Cesare; La letteratura della crisi della repubblica; Cicerone.