Tua vivit imago - volume 1

Il contesto storico Dall età dei Gracchi alla dittatura di Silla in breve solidati; dall altra parte i populares, nobili che nell ambito dello scontro politico si presentano come vicini agli interessi del popolo, facendosi portavoce delle sue rivendicazioni. Sebbene populares e optimates appartengano al medesimo ceto sociale, le loro divergenze si fanno progressivamente più nette, portando a uno scontro sempre più acceso. La causa principale dell esplosione di questa conflittualità va ricercata negli squilibri provocati nella res publica dall espansione mediterranea. L ordinamento repubblicano si basa sulla condivisione del potere tra i membri della classe dominante, che rivestono magistrature temporanee su base elettiva. Il coinvolgimento di Roma su fronti via via più ampi e complessi, però, ha accresciuto l importanza dei magistrati che detengono l imperium (ossia dispongono di poteri di governo): infatti, consoli e pretori sono chiamati ad affrontare situazioni che, se da un lato possono presentare numerose difficoltà e, dunque, richiedere qualità non comuni, dall altro consentono di esercitare uno straordinario potere militare e, soprattutto, di gestire con una certa discrezionalità le risorse dei territori conquistati. Amministrare una provincia può essere un eccezionale opportunità per accrescere il proprio prestigio e la propria ricchezza, fattori che assieme all emergere di nuovi ricchi grazie all immenso afflusso di risorse provenienti dalle province contribuiscono ad alterare i rapporti di forza tra le famiglie nobili. Alla conquista del Mediterraneo La distruzione di Cartagine e il progressivo sfaldamento delle monarchie ellenistiche non frenano l espansionismo romano: al contrario, la necessità di tutelare una serie di interessi sempre più estesi e ramificati pone le condizioni per una serie di ulteriori interventi. Nell arco di un decennio, infatti, Roma sconfigge i Celtibèri, le popolazioni di stirpe celtica residenti nell odierna Spagna centrale e settentrionale, portando così a compimento la sottomissione della penisola Iberica (133 a.C.); acquisisce il controllo del regno di Pergamo e costituisce la provincia d Asia (126 a.C.); sgomina i pirati che infestano le Baleari (123 a.C.); interviene nella Gallia meridionale, strategica per i collegamenti fra la penisola Italica e quella Iberica (121 a.C.); compie una serie di spedizioni in Dalmazia (119-109 a.C.). L espansione romana continua per tutto il II secolo a.C., con la conquista della Spagna, l acquisizione di Pergamo, le spedizioni nelle Baleari, nella Gallia meridionale e in Dalmazia, e la vittoria su Giugurta, re di Numidia. Resti del Foro romano. 291

Tua vivit imago - volume 1
Tua vivit imago - volume 1
Letteratura latina per il triennio. CAPITOLI DEMO: L’età di Cesare; La letteratura della crisi della repubblica; Cicerone.