Tua vivit imago - volume 1

L autore Plauto 45 50 55 60 65 70 75 80 i miei segreti. In verità, io non ho partorito alcun figlio, non sono mai stata incinta. L ho finto invece, e non lo nego. Diniarco Per chi, o vita mia? Fronesio Per un soldato babilonese,3 che mi tenne quasi in moglie durante un anno di permanenza nella nostra città. Diniarco Me n ero accorto. Ma a che scopo questa finzione? A cosa t è servita? Fronesio Ad avere un laccio, una funicella per farlo tornare di nuovo da me. Ora mi ha risposto in una sua lettera che intende provare la considerazione che ho per lui. Se non sopprimo il neonato e lo allevo, mi farà dono di tutti i suoi averi. Diniarco Ti sto ascoltando con gusto. Alla fine cosa fate? Fronesio Mia madre, all avvicinarsi ormai del decimo mese, manda qua e là tutte le nostre cameriere a prenotare, a cercare un bambino o una bambina da far passare per mia. Che dire di più? Conosci la nostra parrucchiera, Sira?4 Diniarco Quella che abita di fronte a casa vostra? La conosco. Fronesio Essa, andando per lavoro di casa in casa, scopre un bambino e me lo porta in segreto: gliel hanno dato, racconta. Diniarco Oh che brutto articolo! Così ora la madre del bambino non è la prima, ma tu la seconda. Fronesio Ora conosci tutta la situazione, per filo e per segno. Ormai, secondo il preavviso che mi ha inviato il soldato, non può tardare più molto ad arrivare. Diniarco E tu intanto qui ti fai curare come una puerpera? Fronesio Perché no, se posso condurre bene la faccenda senza aver fastidi? Ognuno dev essere bravo nel fare il proprio mestiere. Diniarco Cosa sarà di me all arrivo del soldato? Vivrò, dopo essere stato abbandonato da te? Fronesio Una volta ottenuto ciò che voglio da lui, mi sarà facile trovare un pretesto per litigare e far divorzio. Quindi, delizia mia, ti starò sempre accanto. Diniarco Accidenti, in verità io preferirei di sotto. Fronesio Oggi vorrei offrire agli dèi un sacrificio per il bambino. Così si deve, al quinto giorno.5 Diniarco Fai bene. Fronesio Non hai voglia di farmi un regalino? Diniarco Mi sembra di fare io un guadagno, t assicuro, delizia mia, quando mi chiedi qualcosa. Fronesio Anch io, quando la ricevo. Diniarco Parola mia, in un attimo l avrai. Ti manderò il mio servitorello. Fronesio Non dimenticartene. 3. un soldato babilonese: Fronesio sta parlando di Stratòfane. 4. Sira: si tratta di un altro dei nomi par- lanti plautini, dal greco xyr n ( rasare ). 5. Oggi vorrei al quinto giorno: il riferimento è all usanza ateniese di festeggiare in casa, dopo cinque giorni, la nascita di un bambino, che in quell occasione riceveva anche il nome. 155

Tua vivit imago - volume 1
Tua vivit imago - volume 1
Letteratura latina per il triennio. CAPITOLI DEMO: L’età di Cesare; La letteratura della crisi della repubblica; Cicerone.