2.1 Il primo criterio di congruenza dei triangoli (LAL)

GEOMETRIA DEFINIZIONE Due triangoli si dicono congruenti se sono congruenti i tre lati e i tre angoli. Se due triangoli ABC e A B C sono congruenti, scriviamo A B C ABC. C A B ATTENZIONE! A N Nelle figure indichiamo con uno stesso simbolo gli elementi congruenti. A C B Per verificare che due triangoli sono tra loro congruenti non è necessario effettuare tutti i sei confronti di congruenza (tre per i lati e tre per gli angoli), ma è sufficiente mostrare la congruenza di opportuni lati o angoli. Alcuni criteri, detti criteri di congruenza dei triangoli, stabiliscono, infatti, le condizioni sufficienti a garantire la congruenza di due triangoli. Il primo criterio è dato come ulteriore assioma e viene indicato con LAL (dalle iniziali degli elementi che chiama in causa ovvero Lato-Angolo-Lato). 2.1 Il primo criterio di congruenza dei triangoli (LAL) ASSIOMA 9 (primo criterio di congruenza dei triangoli) Se due triangoli hanno congruenti due lati e l angolo compreso tra essi, allora sono congruenti. B C A B A C A ABC A B C In simboli: AB A B , AC A C , A Già il primo criterio di congruenza permette di dimostrare alcuni teoremi sui triangoli. KEYWORDS K tri triangolo isoscele / isosceles triangle ATTENZIONE! A U triangolo ha sempre tre vertici. Un Tuttavia, nel caso del triangolo isoscele quando si parla di vertice senza alcuna specificazione, si intende quello formato dai suoi due lati congruenti. 446 DEFINIZIONE Si dice triangolo isoscele un triangolo che ha due lati congruenti. Il punto comune ai due lati congruenti è detto vertice del triangolo isoscele; il lato non necessariamente congruente agli altri due è detto base del triangolo isoscele e gli angoli adiacenti a esso sono detti angoli alla base. C vertice angoli alla base A base B

Il Maraschini-Palma - volume 1
Il Maraschini-Palma - volume 1
CAPITOLI DEMO: Insiemi, proposizioni e relazioni; Trasformazioni geometriche nel piano.