5.2 Le operazioni passive

ECoNomIA 5.3 operazioni accessorie FOCUS 329 - Le garanzie bancarie: ipoteca e fideiussione Quando concedono prestiti, le banche richiedono delle garanzie, per assicurarsi che chi ottiene il prestito sia in grado di restituire la somma ricevuta. Le garanzie più frequenti sono il pegno e l ipoteca, che vengono dette garanzie reali, perché hanno per oggetto dei beni, e la fideiussione, che è invece una garanzia personale. Attraverso il pegno la banca si fa consegnare dal cliente dei beni mobili (merci, titoli) e in caso di mancata restituzione del prestito potrà venderli e riavere i suoi soldi tramite il ricavato. L ipoteca, invece, ha per oggetto beni immobili (terreni o edifici), che la banca potrà eventualmente vendere, trattenendo la somma ricavata, fino all importo che le era dovuto. La fideiussione è una garanzia personale in quanto una terza persona (fideiussore) si assume l impegno di pagare al posto del debitore qualora questi fosse inadempiente. Spesso a fare da fideiussore sono società assicurative o apposite società finanziarie. 5.2 Le operazioni passive Con le operazioni passive la banca raccoglie risparmi, e lo fa attraverso i depositi, obbligandosi a custodire le somme e a permetterne una fruizione tramite vari strumenti di cui abbiamo già parlato in questa Unità (assegni, bonifici, Bancomat, carte di credito). In cambio di queste operazioni si impegna a pagare ai risparmiatori un interesse, che negli ultimi anni si è andato sempre più riducendo, fino a essere quasi del tutto azzerato. La principale operazione passiva è il deposito, che può assumere diverse forme: la più conosciuta e usata è il conto corrente. Chi apre un conto corrente deposita il proprio denaro in banca. Questo strumento semplifica la gestione del denaro, grazie a una serie di servizi offerti dalle banche: il depositante può infatti continuare a utilizzare i propri soldi per effettuare pagamenti e sostenere le spese correnti , mediante l emissione di assegni, usando Bancomat, carte di credito, bonifici o dando disposizioni alla banca perché venga eseguito periodicamente il pagamento di bollette, e può anche riscuotere denaro (stipendio, bonifici ecc.). CURIOSIT Conti correnti per minorenni I minori possono aprire un conto corrente tramite uno o entrambi i genitori, che dovranno firmare il contratto per loro. molte banche offrono questo tipo di servizio a partire dall età di 12-14 anni (l età varia a seconda della banca) e i ragazzi, in questo modo, possono usufruire di una carta Bancomat per i loro acquisti. 5.3 Operazioni accessorie Le banche svolgono anche operazioni accessorie, come la custodia di valori in cassette di sicurezza o la custodia dei titoli in amministrazione. Quest ultimo è un particolare servizio erogato dalle banche che sono in grado di aiutare chi desidera investire una parte dei propri risparmi nell acquisizione di titoli, dandogli una mano nell acquisto e nella gestione (custodia dei titoli, riscossione di interessi o dividendi, rimborso del capitale ecc.).

Diritto ed economia. Istruzioni per l'uso - Per il settore turistico e alberghiero
Diritto ed economia. Istruzioni per l'uso - Per il settore turistico e alberghiero
CAPITOLO DEMO: Capitolo 5 - Diritti e doveri del cittadino nella Costituzione