LETTURA D'OPERA - LA PORTA DEL PARADISO di Lorenzo Ghiberti

LETTURA D'OPERA ATTIVA - COMPRENDI E APPREZZA

LA PORTA DEL PARADISO

di Lorenzo GHIBERTI

1

OSSERVA

2

CHE COSA STAI GUARDANDO?

Oltre alla porta nord del Battistero, l’Arte di Calimala commissiona alla bottega del Ghiberti anche la porta estche Michelangelo chiamerà per la sua bellezza Porta del Paradiso, nome con cui è tuttora conosciuta. Oggi la porta è conservata al Museo dell’Opera del Duomo e al suo posto nel Battistero è stata collocata una copia.

3

LEGGI TU L’OPERA

La porta ha forma rettangolare ed è costituita da dieci formelle quadrate in bronzo dorato, più grandi rispetto a quelle delle altre porte, che ne hanno ventotto. Questa scelta consente di dare maggiore respiro e leggibilità alle scene raffigurate. Ogni riquadro rappresenta un episodio tratto dalla Bibbia: le storie di Adamo ed Eva, Caino e Abele, Noè, Abramo, Isacco, Giuseppe, Mosè, Giosuè, David e Salomone.
Il perimetro è segnato da listelli in bronzo dorato da cui sporgono numerose piccole teste che emergono ciascuna da un tondo: tra queste Ghiberti ha inserito il proprio autoritratto.
La porta si presenta come compiutamente rinascimentale, perché Ghiberti pone grande attenzione ai dettagli naturalistici e alla compostezza delle scene, costruite secondo le regole della prospettiva; fa inoltre un uso efficace dello “stiacciato” donatelliano, con rilievi appena accennati per far percepire sfondi e contesti.

       Rispondi alle domande.
• Osserva i listelli orizzontali. In che posizione sono rappresentate le figure al loro interno? Perché?
• Nella formella in alto a sinistra viene illustrata la storia di Adamo ed Eva: svolgi una ricerca per scoprire quali episodi biblici sono raffigurati negli altri riquadri.

InsegnArti - volume B
InsegnArti - volume B
Storia dell'arte.