Beni culturali

L’Italia da scoprire

PIENZA

Un’utopia divenuta realtà: la città ideale del papa

Esempio concreto dell’applicazione delle nuove teorie sulla città ideale è Pienza, in provincia di Siena, progettata da Bernardo Rossellino nel 1459 per papa Pio II Piccolomini.

Il papa voleva ristrutturare il suo paese natale, Corsignano, e renderlo splendido ispirandosi all’architettura rinascimentale fiorentina. L’antico borgo medievale viene quindi completamente ricostruito e cambia nome in Pienza: la “città di Pio”.

che cosa vedere Piazza Pio II

L’architetto fiorentino immagina e realizza il centro della cittadina come una piazza a forma di trapezio, dominata dalla facciata della cattedrale e chiusa, come un teatro, da due quinte: il Palazzo Piccolomini (a destra) e il Palazzo Vescovile (a sinistra).

In questo suggestivo spazio gli edifici sono concepiti secondo precise regole di simmetria; anche i grandi riquadri del pavimento sottolineano l’architettura perfetta, come se si trattasse di un dipinto rinascimentale realizzato secondo i princìpi della prospettiva centrale. La cattedrale ricorda le architetture di Leon Battista Alberti: in particolare rielabora il modello del Tempio Malatestiano a Rimini.

InsegnArti - volume B
InsegnArti - volume B
Storia dell'arte.