LETTURA D’OPERA - La Colonna Traiana

LETTURA D'OPERA - COMPRENDI E APPREZZA

LA COLONNA TRAIANA

1

OSSERVA

 >> pagina 117 

2

CHE COSA STAI GUARDANDO?

Il soggetto La Colonna Traiana è un monumento celebrativo che ricorda ed esalta le vittorie dell’imperatore Traiano sui popoli della Dacia (l’attuale Romania). È anche un monumento funerario perché il basamento doveva accogliere le ceneri dell’imperatore.


La storia Viene fatta costruire all’inizio del II secolo d.C. dall’imperatore Traiano nel foro che porta il suo nome, il Foro di Traiano.

3

LEGGI L'OPERA
 A  La Colonna Traiana sorreggeva, alle origini, una statua bronzea dell’imperatore (perduta in epoca medievale e sostituita da quella attuale dedicata a san Pietro).

 B  Tutto intorno alla colonna, dal basso verso l’alto, corre un fregio continuo a spirale su cui sono raffigurate le due campagne militari di Traiano. Per la forma di questa decorazione e per la scala interna, a chiocciola, la colonna è detta “còclide”, che in latino significa appunto “a chiocciola”.

Le imprese di Traiano sono descritte mediante un rilievo poco profondo, in origine colorato: un “nastro” lungo quasi 200 metri, con oltre 150 scene disposte in ordine cronologico.

Le scene di battaglia intervallano raffigurazioni di marce, costruzioni di ponti, strade e accampamenti, e molte immagini in cui compare lo stesso Traiano, rappresentato secondo i modelli classici di rigore e misura nei gesti, ma sempre in proporzioni maggiori rispetto alle altre figure.

Protagonisti delle scene sono l’imperatore e i suoi valorosi soldati, ritratti con grande realismo e dovizia di particolari.

Ma la cura del dettaglio è evidente anche nella raffigurazione dei nemici, come nella scena della fuga dei Sarmati, riconoscibili dalle pesanti armature squamate che ricoprono sia i soldati sia i cavalli.

InsegnArti - volume B
InsegnArti - volume B
Storia dell'arte