Alcol e malnutrizione

Alcol e malnutrizione L abuso di bevande alcoliche comporta spesso malnutrizione; i processi derivati dal metabolismo dell alcol richiedono infatti vitamine, che vengono sottratte alle normali necessità dell organismo. Ad esempio l etanolo non metabolizzato dalle deidrogenasi epatiche entra in altri circoli metabolici, liberando energia e producendo ioni idrogeno (H+), cioè acidi che, per essere eliminati, richiedono l intervento della vitamina B3. Nell alcolista si possono riscontrare carenze nutrizionali, anche se l apporto calorico fornito dall alcol è alto, perché esso non è un nutriente (calorie vuote). Inoltre l effetto dell alcol sul sistema nervoso centrale produce dapprima euforia, poi fa sì che non si avverta più il senso della fame: malnutrizione e denutrizione sono concomitanti nell alcolista, a prescindere dal contesto sociale e dalle possibilità economiche. La presenza di etanolo nel sistema digerente provoca sete, per cui il consumatore per soddisfare tale necessità spesso assume altre bevande alcoliche anziché acqua, peggiorando così i problemi di malnutrizione e denutrizione. approfondimento Etilometro e tasso alcolemico L etilometro è uno strumento che misura il valore dell etanolo contenuto nel sangue attraverso l analisi dell aria espirata. Non utilizza alcuna reazione chimica, ma sfrutta la reazione di alcuni sensori ai gas per la misurazione. costituito di tre parti: un boccaglio, nel quale si effettua l espirazione; un rilevatore che reagisce ai gas contenuti nell aria immessa; un display che visualizza il tasso alcolico. Il decreto legge n. 285 art. 186 del 30 aprile 1992 e la riforma del codice della strada del 29 luglio 2010 sanzionano, attraverso l uso dell etilometro da parte delle forze dell ordine, la guida in stato di ebbrezza. Le ammende arrivano fino a 6000 euro e si rischia l arresto fino a un anno, la sospensione della patente fino a due anni e in alcuni casi anche la confisca del veicolo. Se poi il conducente in stato di ebbrezza ha causato un incidente, le pene si aggravano. Si potrebbe calcolare in modo molto approssimativo il tasso di alcolemia usando questa formula: dove: A = alcolemia del soggetto espressa in g/l Pa = peso in grammi dell alcol ingerito P = peso in kg del soggetto c = coefficiente in funzione del sesso (M/F) e delle condizioni di assunzione dell alcol (a stomaco pieno/a stomaco vuoto); è così valutato: 0,7 per gli uomini (cioè il 70% del proprio peso) se a stomaco vuoto; 1,2 (cioè il 120% del proprio peso) se a stomaco pieno; 0,5 per le donne (cioè il 50% del proprio peso) se a stomaco vuoto; 0,9 (cioè il 90% del proprio peso) se a stomaco pieno. A = Pa Pxc Link esterno Alcol test: calcola mo di 80 kg e da una donna di 60 kg. Costruisci una tabella in cui si evidenzino i valori sia a stomaco pieno sia a stomaco vuoto. Ma come si calcola la quantità di alcol ingerito (Pa)? La gradazione alcolica è scritta sulle etichette. Immaginiamo una lattina di birra da 33 cc (cioè 330 millilitri e quindi 330 grammi), nella quale la birra abbia 5 gradi (il che significa che l alcol è il 5% sul totale del liquido). Calcoliamo il 5% di 330 e otteniamo 16,5 grammi di alcol. Con questo dato, applica ora la formula sopra immaginando che la lattina di birra sia stata bevuta da un uo- 4 Dipendenze e mal-essere 297

Training4Life
Training4Life
Corso di Scienze motorie e sportive