INVITO ALLA VISIONE – Indagine su un cittadino al di sopra

Nelle società occidentali il potere è identificato con istituzioni particolari, quali: lo Stato: è un istituzione di carattere politico, sociale e culturale che esercita la propria sovranità mediante ordinamenti e norme giuridiche; la scuola: è un istituzione in cui sussiste un rapporto asimmetrico di potere nelle interazioni fra insegnante e alunni; per esempio, è l insegnante che ha il potere di dare la parola, di mettere voti, di rimandare o promuovere e così via; l esercito: è l istituzione per eccellenza nella quale a ogni livello vi è una gerarchia di coordinamento basata su catene di comando fra gradi differenti, ciascuno sottoposto al successivo; il manicomio: era un istituzione sociale nella quale ogni minimo aspetto della vita quotidiana dei ricoverati era controllato e disciplinato, fino alle forme più aberranti di costrizione e contenzione fisica e di cure profondamente invasive come l elettroshock; celebri su questo, oltre agli studi di Foucault, anche quelli di Erving Goffman (1922-1982), nel volume Asylums (1961); il tribunale: è un organo collegiale istituito con il potere di esercitare la giustizia attraverso procedure processuali, a seguito delle quali si emettono sentenze e si attribuiscono vari gradi di sanzioni civili e penali. Tuttavia l efficacia del potere si realizza per lo più al di fuori del raggio d azione delle istituzioni, in forme invisibili e spesso inconsapevoli. La sua complessità è data dal fatto che esso ha degli aspetti espliciti e dichiarati, ma allo stesso tempo altri aspetti impliciti e nascosti: agisce mediante i modelli culturali che introiettiamo e che ci determinano nei pensieri e nei comportamenti, spesso a nostra insaputa. IN VITO A LLA VI S IO N E Elio Petri INDAGINE SU UN CITTADINO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO, 1970 Il protagonista di questo film, vincitore del Grand Prix Speciale della Giuria al 23° Festival di Cannes e del Premio Oscar al miglior film straniero nel 1971, è un commissario di Pubblica Sicurezza capo della sezione omicidi, che uccide per gelosia la propria amante. Realizzato con la tecnica dei flashback, si rivela che l amante lo provocava parlandogli di una sua relazione con un giovane rivoluzionario, lo studente anarchico Antonio Pace. Se in un primo momento ciò che guida il protagonista è l arroganza di chi confida nella propria insospettabilità, di fatto egli è consapevole e allo stesso tempo incapace di sostenere il potere che incarna con la propria divisa. 14 | unità 1 |

Dialoghi nelle Scienze umane - volume 3
Dialoghi nelle Scienze umane - volume 3
Antropologia e Sociologia - Quinto anno del liceo delle Scienze umane