6 USARE IL FOGLIO DI CALCOLO

6 USARE IL FOGLIO DI CALCOLO

La gestione dei fogli

Il file di un programma di calcolo può essere immaginato come una cartella che contiene diversi fogli di calcolo.


Nella parte bassa della finestra di lavoro sono visibili le linguette che identificano i fogli presenti nella cartella.


I fogli di lavoro possono essere:

  • inseriti: per aggiungere un foglio di lavoro dopo quelli presenti fare clic sul pulsante Nuovo foglio (Excel)/ (Calc);
  • rinominati: per cambiare il nome del foglio fare clic destro sulla linguetta e selezionare Rinomina (Excel)/Rinomina foglio (Calc) dal menu contestuale;
  • spostati: per modificare l’ordine dei fogli nella cartella fare clic sulla linguetta e trascinare il foglio nella posizione desiderata;
  • eliminati: per eliminare un foglio di lavoro fare clic destro sulla linguetta e selezionare Elimina (Excel)/Elimina foglio (Calc) dal menu contestuale;
  • copiati (o spostati): per creare una copia di un foglio (o spostarlo) fare clic destro sulla linguetta del foglio da copiare e selezionare Sposta o copia (Excel)/ Sposta/copia foglio (Calc) dal menu contestuale. Si apre una finestra di dialogo; flaggando la casella Crea una copia (Excel)/Copia (Calc) si duplica il foglio e si può scegliere in quale posizione inserire quello nuovo.
Lo sapevi che

Se non specificato diversamente, il file Excel si chiama Cartel richiamando il concetto di cartella che contiene diversi fogli di calcolo.

Lo sapevi che

Alle linguette può essere attribuito un colore facendo clic destro sulla linguetta e selezionando Colore linguetta scheda (Excel)/Colore linguetta (Calc) dal menu contestuale e poi scegliendo il colore dalla tavolozza che si apre.

 >> pagina 222

La gestione delle formule tra fogli diversi

Le formule inserite nelle celle di un foglio possono fare riferimento a celle che si trovano anche su altri fogli.

Per indicare in quale foglio si trova la cella da usare nella formula si deve inserire il riferimento al foglio subito prima del nome della cella con una sintassi specifica (che compare automaticamente facendo clic sulla cella).


esempio

Inseriamo nella cella A1 del Foglio1 il valore contenuto nella cella B3 del Foglio3.


 Excel

La sintassi del riferimento è =Foglio3!B3.



 Calc

La sintassi del riferimento è =$Foglio3.B3.




Modifichiamo il contenuto della cella A1 del Foglio 1 per ottenere la somma tra il valore contenuto nella cella B3 del Foglio3 e il valore contenuto nella cella A3 del Foglio2.

 Excel

La sintassi del riferimento è =Foglio3!B3+Foglio2!A3.



 Calc

La sintassi del riferimento è =$Foglio3.B3+$Foglio2.A3.



Gli strumenti copia e incolla

Nei fogli di calcolo, dopo aver copiato una cella, è possibile incollarla con diverse modalità. Le più utili sono:

  • incolla normale: che incolla tutto (contenuto e formato) rendendo la cella di destinazione analoga a quella di partenza;
  • incolla formule: che incolla solo le formule, ma non modifica il formato della cella di destinazione;
  • incolla valori: che incolla solo il valore contenuto nella cella di partenza (anche se ottenuto da una formula), lasciando invariato il formato della cella di destinazione. L’eventuale formula presente nella cella di partenza non viene copiata.
 Excel

I pulsanti Copia  e Incolla  si trovano nel gruppo Appunti della scheda Home.

Per visualizzare le diverse opzioni dello strumento Incolla fare clic sul pulsante di espansione per far comparire il menu a tendina.

 Calc

I pulsanti Copia  e Incolla  si trovano nella barra degli strumenti standard.

Per incollare:

  • tutto: fare clic sul pulsante Incolla ;
  • le formule: fare clic destro sulla cella e, dal menu contestuale, Incolla speciale → Formula;
  • i valori: fare clic destro sulla cella e, dal menu contestuale, Incolla speciale → Numero.
Quando una cella viene copiata e, quindi risulta tratteggiata, selezionando un’altra cella e premendo il tasto INVIO si ottiene lo stesso risultato di incolla normale.

esempio

Copiamo la cella B1 nella cella D3 usando il tasto INVIO.



Per copiare solo il formato delle celle è possibile usare lo strumento pennello. Dopo aver selezionato la cella contenente il formato da copiare:

  • in Excel: fare clic sul pulsante Copia formato , nel gruppo Appunti della scheda Home;
  • in Calc: fare clic sul pulsante Clona formattazione nella barra degli strumenti standard.

Facendo clic sullo strumento pennello una volta si incolla il formato una volta; facendo doppio clic si può applicare il formato più volte finché non si preme il tasto ESC.

In Excel è possibile cancellare il contenuto di una cella usando le diverse opzioni del pulsante Cancella della scheda Home (gruppo Modifica). Cancella tutto cancella sia il contenuto (come il tasto CANC) sia la formattazione.

 >> pagina 224

  prova tu
Gestire un ordine

Crea delle tabelle per un ordine di vino, tenendo conto delle indicazioni.


1. Apri il programma di calcolo e crea un nuovo foglio elettronico.

2. Rinomina il foglio di lavoro usando il nome “Totale”.

3. Nel foglio Totale, copia la seguente tabella, partendo dalla cella B16:
  • adatta la larghezza delle colonne;
  • unisci le celle per posizionare il testo “TRASPORTO” sopra alle colonne “IVA” e “Sconto”;
  • centra orizzontalmente tutti i testi delle righe 16 e 18 e applica il grassetto;
  • applica il grassetto alle celle C25 e C32;
  • centra orizzontalmente il contenuto delle celle da B20 a B22;
  • applica il formato Valuta (con simbolo a sinistra) alle celle D17, E17, G17, da D20 a D22, da G20 a G22 e da G25 a G32;
  • applica il formato percentuale (senza decimali) alle celle da E20 a E22 e da F20 a F22;
  • applica a tutte le celle bordo nero e sfondo verde chiaro.


4. Copia il foglio Totale in un nuovo foglio e chiamalo “Dati”.

5. Nel foglio Dati:
  • elimina le righe da 1 a 14;
  • cambia il colore di sfondo in grigio chiaro;
  • cancella contenuti e formati nella riga 18;
  • copia i formati della riga 3 in tutta la tabella dalla riga 4 in poi;
  • cancella solo i contenuti dalla riga 4 alla riga 16;
  • elimina le colonne F e G;
  • copia i valori della seguente immagine nella tabella ottenuta.


6. Nel foglio Totale riferendoti al foglio Dati, inserisci:
  • nella cella B17, il valore contenuto nella cella B3 del foglio Dati;
  • nella cella C17, il valore contenuto nella cella C3 del foglio Dati;
  • nella cella D17, il valore contenuto nella cella D3 del foglio Dati;
  • nella cella E17, il valore contenuto nella cella E3 del foglio Dati.
7. Nel foglio Totale inserisci:
  • nella cella G17, il valore di D17 + E17;
  • nelle celle G20, G21 e G22, le formule per calcolare, su ogni riga, il prodotto tra quantità e prezzo;
  • nella cella G25, la formula per calcolare la somma di G20, G21 e G22;
  • nella cella G26, la formula per calcolare lo sconto del 5% sul totale di G25;
  • nella cella G27, la formula per calcolare la differenza tra G25 e G26;
  • nella cella G28, il valore contenuto nella cella G17;
  • nella cella G29, la formula per calcolare la somma tra G27 e G28;
  • nella cella G30, la formula per calcolare l’IVA del 22% applicata al totale imponibile di G29;
  • nella cella G32, la formula per calcolare la somma tra G29 e G30;
8. Applica il grassetto alla cella G32 del foglio Totale.

9. Salva il file con il nome prospetto e chiudi il programma.

 >> pagina 225

Il riempimento automatico delle celle

I fogli di calcolo consentono di riempire in modo automatico le celle inserendo al loro interno dati o formule in modo “intelligente”.


Posizionando il puntatore del mouse nell’angolo in basso a destra della cella selezionata, questo cambia forma e diventa una croce nera.


Trascinando il puntatore a croce in orizzontale o in verticale le celle si riempiono automaticamente.

 Excel

Trascinando verso il basso il puntatore da una cella che contiene un valore (per esempio il valore 1), il foglio di calcolo inserirà, nelle celle successive in modo automatico, lo stesso contenuto.

Per ottenere una sequenza ordinata scrivere i primi due valori (per esempio i numeri 1 e 2), selezionare le due celle e trascinare il puntatore.
 Calc

Per ottenere una sequenza di valori uguali (per esempio tutti 1), scrivere i due valori uguali in due celle successive, selezionarle e trascinare il puntatore.

Per ottenere una sequenza ordinata trascinare verso il basso il puntatore da una cella selezionata (per esempio con valore 1). trascinare il puntatore.

Il riempimento automatico, oltre che con i numeri, funziona anche con i caratteri e alcune parole, come per esempio i mesi e i giorni della settimana, che possono essere ordinate automaticamente, anche se scritte in forma abbreviata.

Ogni programma risponde in modo leggermente diverso, ma con logiche intuibili.


esempio

 >> pagina 226

I riferimenti relativi e i riferimenti assoluti

Il riempimento automatico può essere applicato anche alle formule.

esempio

Inseriamo dei numeri nelle righe 1 e 2 (dalla colonna A alla colonna E) e scriviamo nella cella A3 la seguente formula:

=A1+A2


Trascinando con il mouse verso destra (da A3 fino a E3), in tutte le celle vengono inserite formule leggermente modificate che si riferiscono, ciascuna, alle due celle delle righe sovrastanti.

Per ottenere delle formule come quelle dell’esempio precedente, il foglio di calcolo utilizza il riferimento relativo. Nell’esempio, per scrivere la formula nella cella E3, il programma usa il valore della cella che si trova nella stessa colonna, due righe sopra (E1) e la somma alla cella che si trova nella stessa colonna, una riga sopra (E2). Lo stesso “ragionamento” è applicato a ciascuna cella intermedia.


Se, invece, dovessimo sommare il valore di una stessa cella (per esempio A1) a tutti gli elementi di una riga (per esempio la seconda), dovremmo usare un riferimento diverso: il riferimento assoluto.

La cella che rimane “fissa” viene scritta inserendo il simbolo del dollaro $ nel nome: prima della lettera e prima del numero.

I riferimenti e la posizione della cella

Quando in una cella viene inserito un riferimento relativo, il programma memorizza lo “spostamento” rispetto alla cella.


esempio

Nella cella A1 scriviamo il riferimento relativo B3. Il programma memorizza l’indicazione: “per trovare B3 scendi di due celle rispetto ad A1 e spostati di una cella a destra”.




Se copiamo il contenuto della cella A1 nella cella D2, automaticamente in D2 viene fatto riferimento alla cella E4 che si trova due celle sotto e una a destra.




Quando in una cella viene inserito un riferimento assoluto, il programma memorizza le “coordinate” della cella alla quale si fa riferimento.

esempio

Riconsideriamo l’esempio precedente.

Se nella cella A1 scriviamo il riferimento assoluto $B$3, il programma memorizza l’indicazione “la cella da considerare è sempre B3”.

Quindi se il contenuto della cella A1 viene copiato nella cella D2, il riferimento alla cella B3 non cambia.

 >> pagina 227 
  prova tu
Spese di reparto

In una società, ogni caporeparto riceve, per le spese del suo reparto:

  • 50 € per ogni operaio;
  • 80 € per ogni impiegato;
  • una quota fissa di 5000 €.
Prepara un foglio di calcolo per determinare quanto riceve ciascun caporeparto, considerando il numero dei suoi sottoposti, ipotizzando che nella società siano presenti 6 capireparto.


1. Apri il programma e crea un foglio elettronico.

2. Copia le tabelle in figura, partendo dalla cella B2 (non copiare i dati nella colonna E).

3. Nella prima tabella gli sfondi sono verdi o bianchi, font Calibri, dimensione 11, categoria Testo o Valuta, titoli in grassetto e centrati orizzontalmente.

4. Nella seconda tabella gli sfondi sono gialli o bianchi, font Calibri, dimensione 11, categoria Testo, Numero o Valuta, titoli in grassetto e centrati orizzontalmente.

5. Calcola l’importo assegnato a ciascun caporeparto utilizzando i riferimenti assoluti, relativi e il riempimento automatico delle celle.

6. Verifica i risultati ottenuti con quelli della figura.

7. Salva il file con il nome spese reparto.

8. Chiudi il programma.

Clic!
Clic!
Tecnologie informatiche per il primo biennio