11 INSERIMENTO DI ALTRI ELEMENTI

11 Inserimento di altri elementi

Il documento testuale può essere arricchito inserendo al suo interno elementi di altra natura, come per esempio tabelle, immagini, grafici o caselle di testo.

Le tabelle

Entrambi i programmi di videoscrittura consentono di stabilire graficamente il numero di righe e di colonne di una tabella muovendo il mouse su una griglia. Una volta inserita la tabella, è possibile scrivere all’interno delle celle, applicando anche eventuali formattazioni. Selezionando tutta la tabella, una riga o una colonna, è possibile modificare l’intera tabella o solo la parte selezionata. La larghezza e l’altezza di righe e colonne possono essere modificate trascinando i bordi della tabella.

 Word

Fare clic sul pulsante Tabella della scheda Inserisci e decidere, usando la griglia, il numero di righe e colonne della tabella.

Per modificare la tabella selezionarla e fare clic destro per far comparire un menu contestuale attraverso il quale è possibile:

  • inserire righe o colonne;
  • eliminare righe, colonne o l’intera tabella (a seconda della selezione);
  • unire le celle o dividerle;
  • allineare in alto, al centro o in basso il contenuto della cella (Proprietà tabella);
  • scegliere il colore di sfondo delle celle;
  • modificare i bordi (forma, tratto, colore);
  • visualizzare le proprietà della tabella.
 Writer

Fare clic sul pulsante Tabella nella barra degli strumenti standard e decidere, usando la griglia, le dimensioni della tabella.

Dopo l’inserimento, si attiva una barra degli strumenti ad hoc per le operazioni sulla tabella.

Facendo clic sui pulsanti è possibile:

  • inserire righe o colonne;
  • eliminare righe, colonne o l’intera tabella (a seconda della selezione);
  • unire le celle o dividerle;
  • allineare in alto, al centro o in basso il contenuto della cella;
  • scegliere il colore di sfondo delle celle;
  • modificare i bordi (forma, tratto, colore);
  • visualizzare le proprietà della tabella.

 >> pagina 185 

Le immagini

 Word

Fare clic sul pulsante Immagini (gruppo Illustrazioni, scheda Inserisci). Selezionare da dove scegliere l’immagine:

  • dal computer (Questo dispositivo);
  • dall’archivio di Microsoft (Immagini di archivio);
  • dal web (Immagini online).

Dalla finestra che compare scegliere l’immagine da inserire.

 Writer

Fare clic sul pulsante Immagine nella barra degli strumenti standard si apre una finestra da cui selezionare l’immagine che si desidera inserire.

I grafici

 Word

Fare clic sul pulsante Grafico , nel gruppo Illustrazioni della scheda Inserisci, si apre una finestra, utilizzando la quale scegliere il tipo di grafico da inserire (per esempio torta).


Fare clic sul pulsante OK per inserire il grafico scelto. Alla finestra di Word se ne sovrappone una di Microsoft Excel (▶ unità 7), che permette di gestire i fogli di calcolo. Modificando i valori contenuti nelle celle di Excel è possibile modificare il grafico, adattandolo alle proprie esigenze.

Una volta terminata la modifica è sufficiente chiudere la finestra di Excel facendo clic su Chiudi , per tornare a Word. In ogni momento è possibile modificare i dati, facendo clic con il tasto destro del mouse sul grafico e scegliendo dal menu contestuale Modifica dati.

 >> pagina 186 
 Writer

Fare clic sul pulsante Grafico nella barra degli strumenti standard, nel documento compare un grafico generico.

Per modificare il tipo di grafico fare clic destro sul grafico generico e, dal menu contestuale, scegliere Tipo di grafico. Compare la finestra di selezione attraverso la quale è possibile scegliere il tipo di grafico desiderato (per esempio torta).


Per modificare i valori del grafico fare clic destro su di esso e, dal menu contestuale, selezionare Tabella di dati. Nella finestra che compare è possibile cambiare i valori, sulla base dei quali verrà costruito il grafico nel documento. Le modifiche vengono applicate facendo clic su Chiudi; è possibile, in ogni momento, riaprire la finestra per la modifica dei dati.

Le caselle di testo

Una casella di testo è un elemento grafico nel quale inserire brevi testi.


Una volta inserita, la casella di testo può essere trascinata all’interno del documento e spostata nella posizione desiderata usando il mouse.

 Word

Fare clic sul pulsante Casella di testo del gruppo Testo della scheda Inserisci. Si apre un menu a tendina che consente di inserire una casella di testo predefinita o di disegnarne una trascinando con il mouse (Disegna casella di testo).


Per modificare bordi e sfondo della casella selezionarla facendo clic sul bordo. Una volta selezionata, facendo clic destro, è possibile far comparire un menu attraverso il quale modificare sia il bordo, sia il riempimento.

 >> pagina 187 
 Writer

Fare clic sul pulsante Inserisci casella di testo nella barra degli strumenti standard, Writer consente di disegnare la casella di testo con il mouse.

La casella di testo Writer esiste solo dopo che è stato scritto del testo al suo interno; una casella vuota verrà quindi eliminata in automatico per esempio al primo clic del mouse su un altro elemento.


Per modificare bordi e sfondo selezionare la casella di testo e fare clic destro per far comparire il menu contestuale, attraverso il quale è possibile intervenire sulla linea che delimita la casella e sullo sfondo della sua area.

Le illustrazioni

Le illustrazioni sono immagini pre-generate utilizzabili per illustrare qualsiasi argomento.

 Word

Con Word è possibile accedere alle illustrazioni facendo clic su Icone , Modelli 3D , o SmartArt nel gruppo Illustrazioni della scheda Inserisci.

In tutti i casi, dalla finestra che compare è possibile scegliere una categoria di illustrazioni eventualmente digitando una o più parole chiave all’interno della casella Cerca. Selezionando una delle illustrazioni proposte, è possibile inserirla nel documento (clic su Inserisci o OK) e trascinarla nella posizione desiderata, adattandone eventualmente le dimensioni.


esempio

Inseriamo un modello 3D di un computer.


 Writer

Con Writer è possibile accedere alle illustrazioni con il pulsante Galleria , che si trova sulla barra laterale delle funzionalità.

Si apre una finestra laterale che suggerisce un elenco di categorie di illustrazioni disponibili.

Per inserire all’interno del documento il disegno scelto selezionarlo con un clic e trascinarlo nella posizione desiderata, dove è anche possibile adattarne le dimensioni.


esempio

Inseriamo l’illustrazione di un computer.


 >> pagina 188 

Le interruzioni di pagina

Una pagina di un documento può essere interrotta, per esempio per fare in modo che il capitolo successivo inizi sempre in una nuova pagina, indipendentemente dal punto in cui finisce il capitolo precedente.

 Word
  • Per inserire un’interruzione di pagina posizionare il cursore nella pagina precedente; dalla scheda Inserisci, fare clic sul pulsante Interruzione di pagina (nel gruppo Pagine).
  • Per visualizzare l’interruzione inserita fare clic sul pulsante : l’interruzione di pagina viene rappresentata con una scritta sul foglio precedente.
  • Per eliminare l’interruzione di pagina selezionare la scritta (visualizzando i caratteri nascosti) e cancellarla con il tasto CANC o BACKSPACE.
 Writer
  • Per inserire un’interruzione di pagina posizionare il cursore nella pagina precedente e fare clic sul pulsante Inserisci un’interruzione di pagina nella barra degli strumenti standard.
  • Per visualizzare l’interruzione non è necessario attivare i caratteri nascosti, poiché viene direttamente mostratata con una linea tratteggiata tra i due fogli del documento.
  • Per eliminare l’interruzione di pagina fare clic destro sulla stessa e, dal menu che compare, fare clic su Elimina interruzione pagina.
  prova tu
Evoluzione della scrittura

Scrivi un articolo, seguendo e svolgendo tutti i passaggi dell’esercizio.


1. Apri il programma di videoscrittura.


2. Copia il seguente testo (è disponibile anche nei file di lavoro). 

 
Dalla piuma d’oca alla videoscrittura In passato gli amanuensi copiavano i manoscritti per mestiere. Scrivevano pagine e pagine, usando la penna d’oca e il calamaio. In epoca più recente le dattilografe redigevano i testi sotto dettatura, usando la macchina da scrivere. Finché la scrittura avveniva direttamente sulla carta, commettere degli errori è sempre stato un grosso problema! Le segretarie applicavano con il pennello un fluido correttore bianco come il foglio, per mascherare gli errori di battitura. Si chiamava “bianchetto” e, una volta essiccato, poteva essere sovrascritto. Ma quando le correzioni diventavano troppe non restava che appallottolare il foglio e ricominciare da capo. Oggi i programmi di videoscrittura hanno cambiato il modo di scrivere: sul foglio elettronico si può cancellare infinite volte. Finalmente siamo liberi di sbagliare!


3. Seleziona tutto il testo e porta l’interlinea del testo a 1,5 righe.


4. Imposta il font ad Arial, con dimensione del carattere 12.


5. Inserisci un a capo alla fine della frase “Dalla piuma d’oca alla videoscrittura”.


6. Seleziona la frase “Dalla piuma d’oca alla videoscrittura”, imposta il carattere della frase selezionata in stile grassetto e porta la dimensione a 14.


7. Allinea al centro la frase selezionata.


8. Trasforma in grassetto e corsivo le parole “penna d’oca”, “macchina da scrivere” e “programmi di videoscrittura”.


9. Esegui il controllo ortografico. Correggi gli eventuali errori di ortografia.


10. Imposta il margine sinistro della pagina a 4 cm e il margine destro a 3 cm.


11. Cerca su Internet l’immagine di una penna d’oca e di un calamaio e salvala sul Desktop.


12. Dal programma di videoscrittura, inserisci alla fine del documento l’immagine che hai salvato, se necessario ridimensiona l’immagine e allineala al centro.


13. Nell’intestazione di pagina, in alto a sinistra, inserisci “Curiosità” (font Calibri, dimensione 11).


14. Inserisci il numero di pagina in basso a destra.


15. Ritorna al documento e, nella seconda pagina, crea una tabella di due colonne e sei righe allineata al centro.


16. Nella prima colonna scrivi, una per riga, le seguenti parole “Cosa”, “lettere”, “relazioni”, “circolari”, “articoli”, “libri”. Nella seconda colonna scrivi, una per riga, le seguenti parole “Dove”, “casa”, “ufficio”, “scuola”, “giornale”, “biblioteca”. Allinea al centro delle celle tutte le parole scritte.


17. Rendi più spessi i bordi della tabella e colorali di blu scuro.


18. Imposta a grigio chiaro il colore di sfondo delle celle della prima riga della tabella.


19. Imposta la stampa in PDF solo per la prima pagina del documento ottenuto e chiama il file stampa1. Imposta la stampa in PDF di entrambe le pagine, e chiama il file stampa2. Imposta la stampa in PDF di entrambe le pagine, due copie, fascicolate e chiama il file stampa3. Imposta la stampa in PDF di entrambe le pagine, due copie, non fascicolate e chiama il file stampa4 (il PDF ottenuto dovrebbe contenere una sola copia delle due pagine).


20. Salva il documento con il nome piuma oca nella cartella Curiosità (da creare sul Desktop).


21. Chiudi il documento creato, senza chiudere il programma di videoscrittura.


22. Chiudi anche il programma di videoscrittura.

 >> pagina 189 
  prova tu
La comunicazione visiva

Scrivi un decalogo seguendo e svolgendo tutti i passaggi dell’esercizio.


1. Apri il programma di videoscrittura.


2. Copia il seguente testo (è disponibile anche nei file di lavoro).


La comunicazione visiva

Si parla di comunicazione visiva quando un messaggio viene trasmesso dall’aspetto dell’oggetto che viene osservato. Quotidianamente abbiamo a che fare con segnali e cartelli stradali, che sono un ottimo esempio di comunicazione visiva. Come si ottiene una comunicazione visiva efficace?

1 – IMMAGINE

La comunicazione visiva è efficace quando l’immagine rappresentata viene compresa immediatamente, intuitivamente, anche in assenza di una codifica ufficiale. Per ridurre lo sforzo interpretativo è utile prendere spunto dall’iconografia più diffusa: nel computer, per esempio, si trovano cestini e carrelli della spesa.

2 – TESTO

Come si presenta un testo scritto? La comunicazione visiva riguarda anche questo. Un messaggio chiaro si ottiene usando pochi colori (es: tonalità di un’unica tinta), possibilmente complementari e contrastati. Meglio usare pochi font e simili fra loro. Meglio scartare i font che rendono difficile distinguere alcune lettere (es: “I” maiuscola e “l” minuscola). Per i testi lunghi, meglio evitare i font con le “grazie” (es: Times New Roman) e preferire quelli senza (es: Verdana).

3 – COMPOSIZIONE

La comunicazione visiva è efficace quando la composizione è equilibrata e ordinata. Quando il contenuto del messaggio ha la priorità sul resto (grassetti, evidenziazioni, immagini). Quando lo spazio vuoto lascia emergere i contenuti.


3. Salva il documento con il nome comunicazione in una cartella sul Desktop.


4. Modifica i margini (sinistro e destro) portandoli a 3 cm.


5. Modifica il rientro sinistro (della prima riga di ogni paragrafo) portandolo a 2 cm dal margine sinistro.


6. Seleziona il titolo “La comunicazione visiva” e allinealo al centro della pagina. Applica al titolo: grassetto corsivo, colore del font viola, font Times New Roman, dimensione 20.


7. Inserisci 5 righe vuote fra il titolo e il testo e Inserisci una casella di testo nello spazio ottenuto, all’interno della casella di testo scrivi “Text”.


8. Seleziona il titolo viola e taglialo, poi incollalo al posto della parola “Text” e centralo nella casella di testo (se necessario usa gli strumenti del righello). Disponi il titolo su due righe e adatta la dimensione della casella di testo al suo contenuto, usando le maniglie.


9. Inserisci un bordo viola intorno alla casella di testo e colora di giallo tenue lo sfondo.


10. Seleziona tutto il testo tranne il titolo. Imposta il font Calibri, dimensione 12 e aumenta la spaziatura fra i paragrafi.


11. Allinea al centro le tre righe con il numero e applica a ciascuna il grassetto.


12. Inserisci sotto al primo paragrafo un’illustrazione di un punto interrogativo, ridimensionala e allineala al centro.


13. Posiziona il cursore subito dopo l’illustrazione e inserisci un’interruzione di pagina.


14. Nella seconda pagina inserisci sotto al paragrafo un’illustrazione che faccia pensare a uno stop, ridimensionala e allineala al centro.


15. Posiziona il cursore subito dopo l’illustrazione e inserisci un’interruzione di pagina.


16. Ripeti nella terza e quarta pagina, inserendo sotto ai paragrafi un’illustrazione che evidenzi il concetto di testo e un’illustrazione che rappresenti una bilancia (ricorda l’interruzione di pagina).


17. Salva le modifiche.

 >> pagina 190 

Le tabulazioni

Per incolonnare il testo non si usano gli spazi. Non sarebbe possibile incolonnare correttamente ogni volta, perché i font non hanno tutti la stessa larghezza.


esempio

Lo stesso testo scritto con la stessa dimensione ma font diversi non si allinea perfettamente.



Con il font Arial la “i” è larga 1, con Times New Roman la “i” è più larga, ma meno della “a”, nel Courier tutti i caratteri hanno pari larghezza.

Per incolonnare correttamente si devono usare le tabulazioni, cioè il tasto TAB.

Gli allineamenti delle tabulazioni possono essere:

  • a sinistra;
  • a destra;
  • al centro;
  • decimale.

 >> pagina 191 

Per inserire delle tabulazioni personalizzate, fare clic sul righello nella posizione in cui si desidera inserire la tabulazione. L’allineamento predefinito per la tabulazione è a sinistra, come indicato dal simbolo posizionato sulla sinistra del righello; ma facendo clic ripetutamente sul simbolo è possibile scegliere un diverso tipo di allineamento. A ogni clic, l’icona cambia aspetto e consente di selezionare le diverse tabulazioni.


esempio

Per spostare le tabulazioni basta trascinarle sul righello, invece, per eliminarle basta trascinarle fuori dal righello (in basso).

Se si scrive del testo (per esempio “parola”) e si posiziona il cursore prima della “p”, il tasto TAB lo sposta in base alle “tacche” che sono state inserite e il tasto BACKSPACE lo fa “tornare indietro”.

Anche modificando le dimensioni del carattere o il font, l’allineamento viene conservato perfettamente, cosa che non accadrebbe se si fosse cercato di allineare attraverso l’uso di spazi.

I commenti

Inserire un commento in un documento è l’equivalente elettronico di attaccare un post-it su un foglio. Nel commento si possono scrivere informazioni varie, appunti o pensieri che non fanno parte del documento.

 Word

Per inserire un commento in Word selezionare il testo da commentare, dalla scheda Revisione fare clic su Nuovo commento (nel gruppo Commenti) e digitare il testo del commento, che verrà aggiunto in un’area esterna alla pagina.

 Writer

Per inserire un commento in Writer selezionare il testo da commentare, fare clic sul pulsante Inserisci commento nella barra degli strumenti standard e digitare il testo del commento.

Per cancellare un commento, con entrambi i programmi di videoscrittura, fare clic destro sul commento e, dal menu contestuale, selezionare Elimina commento.

I commenti possono essere esclusi o inseriti nella stampa.

 >> pagina 192 
 Word

Per stampare i commenti nella scheda Stampa aprire il menu a tendina della scelta delle pagine e flaggare Stampa commenti.

 Writer

Per stampare i commenti, nella finestra Stampa (menu File → Stampa) selezionare la scheda LibreOffice Writer, scegliere l’opzione preferita dal menu a tendina Commenti e fare clic sul pulsante OK .

Word organizza i commenti con la logica dei ▶ thread, cioè a tutti gli utenti che hanno accesso al file è consentito inserire commenti come se ci fosse uno scambio di posta elettronica.

A un commento, infatti, ne possono seguire altri, di utenti diversi, che rispondono al primo. Tutti i commenti possono essere modificati o eliminati, finché il thread non viene eliminato (cancellando il primo commento) o risolto, in questo caso la discussione non può essere modificata a meno che non venga riaperta da un qualunque utente.

  prova tu
Lettera commerciale

Svolgi tutti i passaggi dell’esercizio.


1. Usando tutti gli strumenti che conosci, in particolare le tabulazioni, scrivi e impagina la lettera a lato. Suggerimenti e indicazioni:

  • Il font utilizzato è Arial 10 con stile: corsivo, grassetto, normale e sottolineato.
  • Non usare le tabelle, ma scegli le tabulazioni più indicate, inserendole nelle seguenti posizioni: indirizzo del destinatario 12 cm; parte tabellare 10 cm e 15,5 cm; firma 11 cm.


2. Imposta i margini e i rientri:

  • margine sinistro 2 cm (rispetto al bordo esterno);
  • margine destro 2 cm (rispetto al bordo esterno);
  • rientro sinistro della lettera 0,5 cm (rispetto al margine sinistro);
  • rientro sinistro solo prima riga 2 cm (rispetto al margine sinistro).


3. Inserisci il commento “Verificare correttezza indirizzo” in corrispondenza delle parole “VIA GRIGI, 5”.


4. Stampa in PDF di 2 copie, senza stampare i commenti. Poi stampa in PDF di 1 copia, con i commenti.


5. Salva il file con il nome abbigliamento genova.

 >> pagina 193 

Le forme

La forma è un elemento grafico che può essere inserito nel documento.


Per inserire una forma all’interno di un documento disegnarla trascinando con il mouse (con il tasto sinistro premuto), tenendo presente che durante questa operazione la figura può essere deformata. Per mantenere le proporzioni tenere premuto il tasto SHIFT durante il trascinamento.

La forma può essere spostata nella pagina e ridimensionata con le maniglie.

Selezionando la forma è, inoltre, possibile modificarla intervenendo su:

  • colore del riempimento;
  • colore del bordo (linea);
  • spessore del bordo;
  • tipo di bordo (per esempio tratteggiato);
  • estremità della linea (per esempio freccia).
 Word

In Word per accedere alle forme fare clic su Inserisci → Forme (nel gruppo Illustrazioni).

Dal menu a tendina si seleziona la forma desiderata che si inserisce trascinando il mouse. Word apre la scheda temporanea Formato forma, che contiene tutti i comandi necessari a modificare la forma, inseriti nel gruppo Stili forma, tra cui si trova Riempimento forma.

Il riempimento può essere un colore pieno o un effetto come la sfumatura, entrambi personalizzabili.

 Writer

In Writer per accedere a tutte le forme disponibili fare clic sul menu Inserisci → Forma e sceglierne una dal menu a tendina. Selezionare la forma desiderata e inserirla trascinandola con il mouse.

Writer apre una barra all’interno della quale vengono raggruppati i pulsanti di modifica il formato della forma.

Il riempimento sfumato della forma si ottiene selezionando Sfumatura al posto di Colore e personalizzando l’effetto nel campo del Riempimento.

Le forme sono utili per disegnare, per esempio, diagrammi a blocchi, schemi o per inserire delle frecce all’interno del testo.

All’interno della forma è possibile inserire del testo.

 Word

In Word è possibile scrivere in una forma con clic destro sulla forma → Aggiungi testo (dal menu contestuale).

 Writer

In Writer per scrivere in una forma fare clic due volte sulla forma stessa.

 >> pagina 194 

Le word art

La  word art permette di creare testi con effetti grafici: ombre, rotazioni, forma del testo ecc.

 Word

Nel programma Word questa funzione si chiama WordArt e per richiamarla fare clic su Inserisci → WordArt (nel gruppo Testo).


Dal menu a tendina si sceglie un tipo di effetto desiderato. L’elemento viene inserito nel documento e può essere spostato nella pagina (trascinando) e ridimensionato con le maniglie (eventualmente tenendo premuto il tasto SHIFT per non deformarlo).

Facendo clic sul testo è possibile cambiarlo. Inoltre, il testo può essere ruotato.

Quando il WordArt viene inserito si apre la scheda temporanea Formato forma, che contiene tutti i comandi necessari a modificare la forma, tra cui quelli del gruppo Stili Word Art, con i quali è possibile modificare il colore e le proprietà del bordo e del riempimento ecc.


esempio
 Writer

Nel programma Writer l’arte nella parola si chiama Fontwork (lavorazione del font) e per richiamare questa funzione fare clic sul menu Inserisci → Fontwork.


Dalla finestra si sceglie un tipo di effetto desiderato. L’elemento viene inserito nel documento e può essere spostato nella pagina (trascinando) e ridimensionato con le maniglie (eventualmente tenendo premuto il tasto SHIFT per non deformare).

Facendo clic due volte sul testo è possibile cambiare la scritta, per confermare la modifica premere il tasto ESC. Si possono modificare posizione, dimensione e rotazione della scritta.

All’inserimento del Fontwork si apre una barra all’interno della quale vengono raggruppati i pulsanti di modifica del formato della forma.


esempio

Gli elementi che vengono inseriti nel documento, come per esempio caselle di testo, forme e word art, possiedono anche una terza dimensione. Se le immaginiamo come ritagli di carta che vengono posati su un foglio, possiamo stabilire quale elemento deve stare davanti e quale dietro.

 Word

In Word l’ordine di sovrapposizione si stabilisce selezionando l’elemento considerato e utilizzando i menu che compaiono facendo clic sui pulsanti Porta avanti e Porta indietro (gruppo Disponi, scheda temporanea Formato forma).

 Writer

In Writer l’ordine di sovrapposizione si stabilisce selezionando l’elemento da considerare e facendo clic sui seguenti pulsanti della barra degli strumenti disegno.

 >> pagina 195 
  prova tu
Volantino prodotti elettronici

Svolgi tutti i passaggi dell’esercizio.


Usando tutti gli strumenti che conosci e in particolare forme e word art, prepara il volantino a lato.

Suggerimenti e indicazioni:

  • orienta la pagina in orizzontale;
  • il triangolo blu in alto a sinistra è una forma;
  • il colore del word art “sottocosto” è sfumato;
  • i prezzi sono dentro a una forma;
  • se usi Word devi cercare illustrazioni prive di sfondo;
  • se usi Writer puoi sostituire il televisore con un computer e il cellulare con una calcolatrice;
  • il font di “solo per 5 giorni” è Arial, dimensione 20, grassetto;
  • il font dei prezzi è Arial, dimensione 25 e dimensione 11, grassetto;
  • il font nelle caselle di testo arancioni è Arial, dimensione 15, grassetto;
  • l’interlinea nelle caselle di testo arancioni è 1;
  • il colore di sfondo (sfumato) è ottenuto sovrapponendo all’intera pagina una forma rettangolare, portandola in ultimo piano. La sfumatura di sfondo è verticale e passa dall’arancione (in alto) al giallo (in basso).
  SCHEDA CLIL
What are Easter eggs?

In computer science, the terms “Easter egg” (which in Italian mean “uovo di Pasqua”) stand for a program hidden inside another program. If the user finds it, the Easter egg reveals a game, a funny sequence, a joke or the project developers names.

Over the years, users’ hunt for Easter eggs contributed to the software popularity. The name comes from the Anglo-Saxon Easter tradition of hiding coloured eggs, which have to be found by children.

Easter eggs can be activated by specific sequences of keys pressed or mouse movements and clicks. The 97 version of Word and Excel contained mini-games including a pinball machine and a flight simulator which flew over a landscape with a monolith that revealed the developers’ names.

Also Windows operating systems (starting from 3.1 version), Apple’s OS and Android versions contained at least one funny Easter egg. To discover the Easter egg hidden inside your Android device, open the smartphone settings and then go to the device info. Quickly tap the Android version several times and find the Easter egg!

Clic!
Clic!
Tecnologie informatiche per il primo biennio