VERSO LE COMPETENZE

VERSO LE COMPETENZE

CONOSCENZE
1 Scegli il completamento corretto.

a. Per “memoria” si intende la capacità dell’individuo di:
  • 1 mantenere traccia del proprio vissuto.
  • 2 conservare per lungo tempo il ricordo delle proprie emozioni.
  • 3 conservare informazioni da poter recuperare quando se ne ha bisogno.

b. Per “memoria sensoriale” si intende la capacità dell’individuo di:
  • 1 registrare per pochi secondi informazioni dai propri sensi.
  • 2 evocare emozioni.
  • 3 trattenere per lungo tempo una grande quantità di informazioni.

c. Durante il processo mnestico, nella fase di codifica l’informazione:
  • 1 viene rievocata in forma simbolica.
  • 2 viene tradotta in una rappresentazione per essere registrata.
  • 3 viene immagazzinata per un lungo periodo di tempo.

d. Secondo Freud i ricordi rimossi:
  • 1 vengono per sempre dimenticati.
  • 2 si manifestano a livello inconscio.
  • 3 possono essere richiamati volontariamente.

2 Indica se le seguenti affermazioni sono vere (V) o false (F).

a. La memoria a breve termine può contenere al massimo 5 chunks
  •   V       F   
b. La memoria episodica riguarda la pianificazione del futuro.
  •   V       F   
c. L’oblio è l’incapacità parziale o totale di ricordare ciò che è stato appreso.
  •   V       F   
d. L’amnesia anterograda permette di memorizzare informazioni nuove.
  •   V       F   
e. Secondo Ebbinghaus è più facile ricordare i primi elementi di una lista piuttosto che gli ultimi. 
  •   V       F   
3 Completa le frasi utilizzando le espressioni e i termini elencati di seguito.

effetto seriale • recupero • mezzo rimozione • posizione

a. Secondo la teoria della ................................ elaborata da Freud, spesso non ricordiamo le cose perché una parte della nostra mente ne impedisce il ................................, in quanto non vuole che determinati ricordi riaffiorino.
b. Secondo la teoria dell’................................ scoperta da Ebbinghaus, ai fini della memorizzazione è importante la ................................ delle informazioni da apprendere.
Di una lista, si ricorda più facilmente la prima e l’ultima informazione piuttosto che quelle nel .................................
LESSICO
4 Fornisci una definizione per ognuna delle seguenti parole o espressioni.

a. Rievocazione
b. Tabula rasa
c. Effetto primacy
d. Mnestico
e. Chunking
f. Memoria semantica
g. Codifica
h. Interferenza
i. Amnesia
l. Déjà vu

ESPOSIZIONE ORALE
5 Rispondi oralmente alle seguenti domande.

a. Che cosa si intende per apprendimento massivo?
b. Che cosa compromette l’amnesia anterograda?
c. Che cosa si intende per “oblio”?
d. Che cosa avviene durante la fase del recupero mnestico indiretto?
e. Che cos’è la memoria prospettica?
f. Che cosa descrive il modello modale?
g. Quali sono le caratteristiche della memoria implicita?
h. Che cos’è la memoria di lavoro?
i. In che cosa consiste la curva dell’oblio e da chi è stata teorizzata?

 >> pagina 103 
ANALISI E COMPRENSIONE DI UN DOCUMENTO

Leggi con attenzione questo brano tratto dal romanzo La misteriosa fiamma della regina Loanascritto da Umberto Eco. Il protagonista viene informato dal medico in merito alla sua perdita di memoria. Dopo la lettura, svolgi le attività.


“Vede, Lei ha individuato subito il tubetto del dentifricio, ma non si ricorda di essere sposato - e infatti ricordare il giorno del proprio matrimonio e individuare il dentifricio dipendono da due reti celebrali diverse. Noi abbiamo diversi tipi di memoria. Una si chiama implicita e ci permette di eseguire senza sforzo una cosa che abbiamo appreso, come lavarsi i denti, accendere una radio o annodarsi il nodo della cravatta… sono pronto a scommettere che lei sa scrivere, forse sa perfino guidare la macchina. Quando ci aiuta la memoria implicita non siamo neppure consci di ricordare: agiamo automaticamente. Poi c’è la memoria esplicita… ma questa memoria è duplice. Una è quella che ora si tende a chiamare memoria semantica, una memoria pubblica, per cui si sa che le rondini sono uccelli, che gli uccelli volano e hanno le piume… Questa è la prima che si forma anche nel bambino, il bambino impara presto a riconoscere una macchina, un cane e a formarsi degli schemi generali, per cui se una volta ha visto un cane lupo e gli hanno detto che è un cane, dirà cane anche quando vede un labrador. Invece il bambino ci mette più tempo a elaborare il secondo tipo di memoria esplicita che chiameremo episodica o autobiografica. Non è subito capace di ricordare, vedendo un cane che il mese prima era stato nel giardino della nonna e aveva visto un cane, e che è sempre lui quello che ha avuto le due esperienze. È la memoria episodica a stabilire un nesso tra quello che siamo oggi e quello che siamo stati. Lei non ha perso la memoria semantica ma quella episodica… Lei sa che Napoleone è stato sconfitto a Waterloo ma provi a dirmi se si ricorda di sua madre.”
“Di mamma ce n’è una sola, la mamma è sempre la mamma. Ma mia mamma non me la ricordo. Immagino di averne avuta una perché so che è una legge della specie ma… ecco… è la nebbia! Sto male dottore. È orribile mi dia qualcosa per addormentarmi.”

U. Eco, La misteriosa fiamma della regina Loana, Bompiani, Milano 2004, pp. 15-27


a. Il protagonista è sconcertato perché si ritrova senza un passato personale, anche se possiede, per conoscenze storiche, il passato dell’umanità. Come può un individuo ricostruire il suo passato nel mondo attuale? Quali supporti esterni possono aiutarlo?
b. Immagina che il protagonista conservi la memoria personale, ma abbia perso quella procedurale o quella semantica e descrivi in massimo 20 righe la situazione in cui potrebbe trovarsi.

7 In questa foto è rappresentata una classe elementare di tanti anni fa. In classe raccogliete le foto di quando eravate alla scuola primaria e confrontatele con le foto che avete ora sul vostro smartphone, cogliendo e commentando i cambiamenti che sono intervenuti e i ricordi che queste foto vi suscitano.

Dialoghi nelle Scienze umane - volume 1
Dialoghi nelle Scienze umane - volume 1
Psicologia e pedagogia - Primo biennio del liceo delle Scienze umane