GEOGGI - L’INDIA AL CROCEVIA: SOVRAPPOPOLAZIONE, RISORSE E AMBIENTE

geoOGGI

  L’INDIA AL CROCEVIA: SOVRAPPOPOLAZIONE,RISORSE E AMBIENTE

Oggi l’India è il secondo Paese più popoloso del mondo, superato solo dalla Cina. Tuttavia, a differenza di quanto accade in Cina, dove la crescita della popolazione si è quasi arrestata, l’aumento della popolazione indiana non accenna a rallentare.

Questa prospettiva mette l’India di fronte a sfide senza precedenti. Sfamare quasi 2 miliardi di persone sarebbe un’impresa difficile anche per un Paese dall’economia avanzata, ma in India gran parte dell’agricoltura è ancora condotta con strumenti e metodi arretrati. Basti pensare che una parte consistente dei contadini indiani vive ancora in piccoli villaggi e pratica un’agricoltura di sussistenza, usando mezzi a trazione animale. Se vorrà continuare a prosperare, l’India dovrà intraprendere una vera e propria rivoluzione agricola basata sulla meccanizzazione e l’aumento delle rese.

L’altra grande sfida da affrontare è sul piano ambientale. Nel 2015 il Primo Ministro indiano Narendra Modi ha dichiarato che oltre 400 milioni di indiani vivono in completa povertà senza i servizi di base, come l’acqua potabile e l’energia elettrica. È un dovere del Governo, ha proseguito il Ministro, migliorare le condizioni di vita degli abitanti di queste baraccopoli.

LE POSSIBILI SOLUZIONI

La soluzione più facile sarebbe aumentare la produzione di energia elettrica ottenuta bruciando carbone e costruendo nuove centrali. Il carbone è abbondante in India, ma è anche il combustibile più inquinante e il principale responsabile dell’emissione di gas serra. Se l’India cominciasse a bruciare carbone per fornire elettricità ad altri 400 milioni di persone, le emissioni aumenterebbero vertiginosamente nei prossimi decenni e l’India diventerebbe il Paese che genera più inquinamento a livello mondiale.

L’unica alternativa sarebbe varare una grande campagna economica, sociale e tecnologica per fornire agli indiani attualmente senza elettricità energia prodotta tramite fonti rinnovabili, in primo luogo l’energia solare. Ed è proprio questa la strada che nel 2016 l’India ha dichiarato di voler intraprendere, in occasione della conferenza che ha portato alla ratifica degli Accordi di Parigi sul clima.

Geo2030 - volume 3
Geo2030 - volume 3
Il Mondo