GEOPATRIMONIO - TORINO

geopatrimonio

TORINO

Una moderna città europea

Torino è il quarto Comune italiano per popolazione ed è il capoluogo dell’omonima città metropolitana e della Regione Piemonte. Si tratta di una moderna città europea in rapida trasformazione e costituisce uno dei maggiori poli economici, culturali, turistici e universitari d’Italia.

Pianta a scacchiera

Una caratteristica distintiva della città di Torino è la pianta a scacchiera: le vie si incrociano tra loro ad angolo retto formando isolati quadrangolari.
Si tratta della tipica struttura delle città di origine romana: un’eredità antica che ancora oggi facilita l’orientamento e la viabilità.

La Mole Antonelliana
Simbolo di Torino è la famosa Mole Antonelliana che, terminata nel 1889, fu per un periodo la costruzione in muratura più alta del mondo. Il nome “mole” deriva dalle sue grandi dimensioni, mentre l’aggettivo “antonelliana” dal nome dell’architetto che la progettò: Alessandro Antonelli. Dall’anno 2000 ospita il Museo nazionale del cinema.

La “Nuova Torino”

Torino fu uno dei più importanti centri dello sviluppo industriale italiano, in particolare del settore automobilistico: dal 1899 la città è la sede della FIAT.
Nel corso dell’ultimo decennio però, con la crisi dell’industria, le cose sono cambiate e Torino ha attraversato una fase di “riconversione”: molti edifici industriali sono stati ripensati per ospitare nuove attività.

RAGIONIAMO
 SULLE MINACCE
  • La “delocalizzazione” delle industrie, cioè lo spostamento della produzione nei Paesi in via di sviluppo dove i costi di produzione sono più bassi (stipendi più bassi, tasse e costi dell’energia inferiori), tocca anche Torino. Questo ha comportato e comporta ancora la chiusura delle fabbriche e l’aumento della disoccupazione.
  • L’inquinamento atmosferico, causato dall’industria, dai trasporti e dai consumi energetici domestici, in Italia raggiunge il livello massimo in città come Torino e può comportare gravi problemi per le salute degli abitanti.

Geo2030 - volume 1
Geo2030 - volume 1
L’Italia e l’Europa