Vincent van Gogh

Vincent van Gogh

Zundert (Paesi Bassi) 1853 - Auvers-sur-Oise (Francia) 1890

Van Gogh, di origine olandese, si forma studiando le opere dei grandi maestri francesi del Primo Ottocento, degli impressionisti e di Seurat, che incontra a Parigi. Segnato da una grave malattia mentale, il pittore elabora uno stile fortemente originale, grazie alla sua personalissima tecnica pittorica, fatta di segni larghi, densi e rapidi, e alla sua sensibilità per la scelta dei colori. I gialli, i rossi, i verdi e le altre tinte accese dei suoi dipinti, infatti, comunicano con immediatezza all’osservatore le sensazioni e gli stati d’animo dell’artista. Questo effetto è rafforzato dalle “pennellate divise”, che conferiscono alle sue opere dinamismo e tensione.

Grande rilievo ha anche la composizione delle scene: la profondità spaziale non è ottenuta con la prospettiva tradizionale, ma attraverso il contrasto dei colori e la posizione degli oggetti e delle figure.

Nel chiuso della stanza

Il pittore non esegue una riproduzione precisa della sua stanza ad Arles (dove soggiorna nel 1888), ma seleziona alcuni elementi che contribuiscono a trasmettere il suo stato d’animo. I colori e il loro accostamento danno l’idea di un ambiente accogliente; l’ampia finestra suggerisce che nella stanza ci sono luce e aria. Un senso di angoscia, tuttavia, è dato dalla rappresentazione dello spazio, che non segue le regole della prospettiva: le linee sono oblique e divergenti, tanto che i quadri alla parete sembrano sul punto di cadere. La finestra socchiusa, senza tende, non lascia vedere il paesaggio, così da creare un senso di isolamento, rafforzato dalla porta serrata.

 >> pagina 431

Fiori per un amico

Il dipinto appartiene a una serie di sette quadri che raffigurano un mazzo di girasoli in un grande vaso giallo. È proprio l’estrema esuberanza del giallo, che comunica grande gioia di vivere e i sentimenti dell’artista in trepidante attesa dell’amico Gauguin ( p. 434), ad accomunare queste opere, realizzate per decorare la camera della casa di Arles che Van Gogh riserva all’amico suo ospite. Come gli impressionisti, Van Gogh è interessato alla natura e al paesaggio, ma del tutto originale è la sua abilità nel selezionare alcuni elementi per dare risalto ai caratteri principali degli oggetti e nell’affidarne la resa visiva alla forza del colore puro.

  confronto

I girasoli erano già stati scelti da Van Gogh come soggetto di un’altra serie di quadri, in cui però i fiori apparivano semplicemente recisi, non sistemati in un vaso. In questo dipinto pennellate larghe e decise si intrecciano, si separano e poi di nuovo si sovrappongono: i colori, densi e pastosi, danno all’osservatore l’impressione di poter quasi toccare con mano i petali dei due grandi girasoli appena tagliati e appoggiati su un soffice manto erboso.

  punti fermi

VINCENT VAN GOGH:

  • ha uno stile molto                                                           .
  • esprime con pennellate                                                  e tinte                                                  le sue sensazioni e i suoi                                                 .

Artelier
Artelier
Percorso integrato di Storia dell’arte e Comunicazione visiva