Il filo dell’arte - volume compact

2 Bernardo Rossellino, Piazza Pio II con la cattedrale, Palazzo Piccolomini e il Palazzo Vescovile, 1459-1462. Pienza (Siena). 3 Benedetto da Maiano, Palazzo Strozzi, esterno, dopo il 1489. Firenze. l architettura perfetta, come se si trattasse di un dipinto rinascimentale realizzato secondo i princìpi della prospettiva centrale. La cattedrale ricorda le architetture di Leon Battista Alberti; in particolare rielabora il modello del Tempio Malatestiano a Rimini. Il più bel palazzo rinascimentale Nel corso del Quattrocento Firenze conosce una grande stagione di rinnovamento urbano: diventa, secondo la definizione di un cronista dell epoca, una città di palazzi . Il palazzo è l espressione della potenza e della ricchezza della famiglia: per costruirlo, spesso vengono abbattute preesistenti costruzioni medievali dall aspetto irregolare. Un perfetto esempio di questa tipologia è Palazzo Strozzi (3): un cubo rivestito di pietra, che presenta una decorazione chiamata bugnato . Le pietre che decorano l esterno sono infatti lavorate in modo da apparire in parte irregolari, secondo un procedimento decorativo che nell antichità era tipico di edifici romani, e a Firenze, nel Medioevo, era stato usato per decorare il palazzo del governo cittadino, Palazzo della Signoria (p. 149). 181

Il filo dell’arte - volume compact
Il filo dell’arte - volume compact
Storia dell’arte e comunicazione visiva